ludovica-valli-criticata-per-il-seggiolone-ikea-da-30-euro-risponde-a-tutti-i-genitori

Ludovica Valli criticata per il seggiolone Ikea da 30 euro risponde a tutti i genitori

Sui social notano che Ludovica Valli ha in casa il seggiolone Ikea, assurde le critiche sul prezzo

Ludovica valli seggiolone

E’ impossibile stare dietro a tutti i commenti che si leggono sui social ma la critica a Ludovica Valli sul seggiolone Ikea è davvero la dimostrazione che si dice tutto e il contrario di tutto. Ai vip o personaggi famosi viene spesso fatto notare che ostentano troppo ciò che possiedono e il lusso di cui godono ma capita anche il contrario e Ludovica Valli è stata presa di mira perché ha in casa il seggiolone Ikea, un seggiolone che costa 30 euro, forse anche meno. Hanno definito l’influencer “tirchia” l’hanno rimproverata di avere comprato a sua figlia un seggiolone che costa troppo poco nonostante lei possa permettersi di comprare chissà quale seggiolone. Tutto è nato da una storia del mattino, Ludovica Valli che mostrava suo marito al lavoro al computer già alle 7, con la piccola Anastasia in braccio a lui e poi interessata ad altro, così è arrivata la critica che la Valli ha trovato davvero molto triste per una serie di motivi.

Ludovica Valli consiglia un corso ai genitori per lo svezzamento e auto svezzamento

“Con tutti i soldi che avete, seggiolone da 30 euro dell’Ikea?” più che una domanda è una critica imbarazzante. “Ma sei seria?” risponde Ludovica sperando che la follower stia davvero scherzando ma sa che non è così. Si sente quindi in dovere di spiegare un po’ di cose, anche che il seggiolone Ikea è uno dei migliori per i bambini. Consiglia però ai produttori di aggiungere un piccolo poggia piedi, per il resto accusa la follower di non avere mai fatto un corso specifico, altrimenti avrebbe capito che la maggior parte dei seggioloni in commercio sono venduti solo per far spendere soldi e non sono adatti ai bambini. E’ quanto scrive Ludovica Valli che aggiunge anche un’altra lezione.

“Uno sta bene economicamente e quindi deve buttare via soldi in cose che non servono solo perché costano di più? Quindi uno non può avere un seggiolone da 30 euro? Davvero non capisco, Scusami ma queste cose mi mandano giù di testa. Oltretutto, che siano 10 o 100 euro diamo valore ai soldi che ci guadagniamo. Perlomeno, io sono cresciuta così… star bene economicamente non significa spendere più soldi”.

Related Posts