“ma-che-diagnosi-e?”.-e-accoltella-il-medico-in-ospedale

“Ma che diagnosi è?”. E accoltella il medico in ospedale

12 Luglio 2021 – 20:52

L’aggressore, già noto per alcuni precedenti di polizia, dovrà ora difendersi dall’accusa di tentato omicidio

È stato accoltellato ad una coscia all’interno del Policlinico di San Donato Milanese da un paziente 75enne a causa di una diagnosi da lui non condivisa: per questo motivo un medico di 65 anni ha dovuto subire un intervento chirurgico d’urgenza ed è tuttora ricoverato in prognosi riservata ma non più in pericolo di vita.

L’episodio si è verificato durante la giornata di oggi, lunedì 12 luglio, quando l’anziano si è presentato in ospedale per una visita di controllo senza necessità di prenotazione, già pianificata un mese fa in occasione dell’ultimo incontro con lo specialista. Il 75enne era in cura da tempo presso la struttura ospedaliera, a causa di una arteriopatia alle gambe. Dopo una visita di circa un quarto d’ora, alla quale sarebbero stati presenti, secondo quanto riferito da Sky Tg24, due medici e due specializzandi, il paziente non avrebbe gradito nè condiviso il loro parere. Il personale medico, infatti, avrebbe escluso la possibilità di un nuovo intervento chirurgico alle gambe, proponendo invece al 75enne un ricovero riabilitativo presso una struttura specializzata.

Per nulla soddisfatto del responso, quest’ultimo avrebbe estratto un coltello da cucina affondandone la lama nella coscia di uno dei due chirurghi. Ferito in modo grave alla gamba, e con una pericolosa lesione all’arteria femorale, il medico è stato prontamente soccorso dai colleghi, mentre un poliziotto in congedo che aspettava il proprio turno all’esterno della stanza si è occupato di bloccare a terra l’aggressore.

Trasportato d’urgenza in sala operatoria, il medico 65enne è stato sottoposto ad un delicata operazione, condotta dal primario di chirurgia vascolare Giovanni Nano. Ricoverato tuttora in terapia intensiva, la vittima dell’aggressione è fuori pericolo.

Il paziente 75enne, con precedenti per minacce e ingiurie, è stato tratto in arresto dalle forze dell’ordine e dovrà difendersi dall’accusa di tentato omicidio.

Esprimo tutta la mia solidarietà al chirurgo accoltellato oggi al policlinico di San Donato Milanese“, ha dichiarato l’ex vice Sindaco di Milano ed assessore di regione Lombardia alla sicurezza, polizia locale e immigrazione Riccardo De Corato, come riportato da ItalPress. “Non è la prima volta che il personale medico viene aggredito da pazienti in sala d’attesa. Da poco è stata varata una legge che inasprisce le pene per chi usa violenza nei confronti di operatori sanitari negli ospedali. Sicuramente“, ha aggiunto con preoccupazione, “bisogna rivedere la sicurezza attiva all’interno delle strutture mediche. Purtroppo la pandemia che abbiamo dovuto affrontare in questo ultimo anno e mezzo, ad alcune persone, non ha insegnato il rispetto verso questa categoria che ancora oggi voglio ringraziare definendo tutti loro, nuovamente, eroi“, ha concluso.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *