malpensa,-atterraggio-di-emergenza-per-boeing-danneggiato-dalla-grandine-subito-dopo-il-decollo

Malpensa, atterraggio di emergenza per Boeing danneggiato dalla grandine subito dopo il decollo

Il maltempo che oggi ha flagellato tutto il Varesotto ha causato gravi disagi anche all’aeroporto di Malpensa: il Boeing 777 della compagnia Emirates decollato alle 16.10 dallo scalo lombardo per il volo EK205 con destinazione New York è dovuto rientrare dopo appena 90 minuti dalla partenza per i danni subiti a causa di una tempesta di grandine.

Sulla pagina Facebook Vola Malpensa – Milano MXP sono state postate le foto dell’aeromobile con la carlinga, le ali e i motori crivellati dai segni lasciati dai chicchi di grandine.

Dopo un primo atterraggio fallito, l’aereo è rientrato a Malpensa toccando terra sulla pista 35 sinistra. Secondo quanto riportato dal sito www.mxpairport.it, non ci sono stati feriti a bordo.

Il maltempo si abbatte sul Varesotto

Nuova giornata di maltempo e tempeste in Lombardia, in particolare nel Varesotto: in mattinata i Vigili del fuoco sono intervenuti a Cadrezzate con Osmate, dove un fulmine ha colpito un albero che ha preso fuoco, a Samarate e nel Luinese per rimuovere alcuni rami caduti a causa del forte vento.

Nella zona di Luino il nubifragio ha provocato diversi allagamenti: nel quartiere di Creva, colpito da vari smottamenti, un’auto parcheggiata nei pressi di una roggia è stata semisommersa a causa dell’innalzamento del livello dell’acqua per le intense precipitazioni.

I Vigili del fuoco hanno dovuto utilizzare un’autogru per recuperare il veicolo, a bordo del quale fortunatamente non c’erano passeggeri.

Nel pomeriggio i fenomeni temporaleschi, preceduti da forte vento, si sono concentrati nel sud della provincia (dal Gallaratese all’Altomilanese) con piogge intense e violente grandinate, per poi risalire nuovamente verso la parte settentrionale, colpendo prima la città di Varese e poi Valcuvia e Valganna.

Il comando provinciale dei Vigili del fuoco è tuttora impegnato sul territorio con 60 operatori suddivisi in 13 squadre per far fronte alle decine di richieste d’intervento.

Il maltempo nel corso della giornata ha colpito anche il Canton Ticino, specialmente nella parte superiore del lago Maggiore. All’aeroporto di Locarno è anche parzialmente crollato il tetto di un hangar.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *