martini-bag-ricoperta-di-swarovski:-quando-il-cocktail-incontra-la-moda

Martini Bag ricoperta di Swarovski: quando il cocktail incontra la moda

Peter Dundas e Grey Goose firmano le feste con un’esclusiva Martini bag 

Un incontro, una sintesi d’intenti che crea un nuovo accessorio glamour. Questo dicembre la vodka super premium Grey Goose ha incontrato lo stilista di fama internazionale Peter Dundas per dare un nuovo significato alla “borsa da cocktail“. Da questo incontro creativo è nata la Martini Bag, un accessorio esclusivo, realizzato a mano con cristalli Swarovski. L’edizione limitata firmata Peter Dundas x Grey Goose è il pezzo più cool della stagione invernale, perfetta per tutte le occasioni festive che si tratti di un party speciale tra amici, una festa di Capodanno o una cena informale. Così come un abito, anche un cocktail racconta la storia di una persona in un’unione del mondo del fashion e l’industry del beverage, apparentemente così distanti ma fascinosamente affini. Entrambi infatti vivono della raffinata lavorazione artigianale e sono espressione della creatività individuale, accomunati dall’inconfondibile tocco di eleganza, come il Martini cocktail, un must della mixology che rende cool chiunque lo sorseggi.

Leggi anche: I cocktail più instagrammati del web sono anche i più classici

Martini bag Peter Dundas x Grey Goose: la collab più chic dell’inverno 2022/2023

Dal connubio di questi due mondi è nata la Martini Bag Peter Dundas x Grey Goose, una clutch elegante che unisce perfettamente estetica e funzionalità. La borsa è un esempio di artigianalità italiana, dalle cuciture dettagliate agli elementi di cristallo abbaglianti, caratterizzata da un radioso ombré che dal blu maestoso sfuma al cristallo trasparente per evocare l’acqua di sorgente utilizzata per la produzione della vodka Grey Goose. Peter Dundas ha raccontato: “I miei modelli sono creati per quei momenti di festa, ricchi di gioia di vivere, l’occasione ideale per gustarsi un Martini Cocktail. La Martini Bag è l’incarnazione sia di DUNDAS che di Grey Goose, pura gioia e celebrazione, un accessorio esclusivo, perfetto per le feste. La borsa ha richiesto alti livelli di qualità in ogni fase del processo, il che è davvero in sintonia con Grey Goose e la sua impareggiabile abilità nella produzione di una vodka premium. È stimolante collaborare con un brand che condivide la stessa attenzione per i dettagli e l’impegno per l’artigianato”.

Foto: Ufficio Stampa

Leggi anche : Nel cuore di Milano apre Mamba, cocktail bar e cucina Nikkei

Grey Goose cocktail: nasce il Dundas dirty dill Martini Cocktail

Oltre alla concretizzazione nella Martini Bag, l’amore dello stilista per il Dirty Martini ha trovato l’espressione perfetta in un nuovo cocktail per le feste, il Dundas Dirty Dill Martini Cocktail. La rivisitazione mescola i sapori erbacei e botanici del vermouth secco con le note brillanti e setose della vodka Grey Goose, insieme all’aneto. La ricetta prevede: 50 ml di vodka Grey Goose (mettere in infusione un rametto di aneto e lasciare riposare per 5-15 minuti), 20ml Martini Dry Vermouth, 5 ml di salamoia di olive, ghiaccio e aneto come guarnizione. Infine, shakerare e filtrare in un bicchiere da cocktail Martini raffreddato. Un coktail la cui unicità è data da Grey Goose, la vodka interamente realizzata con materie prime di altissima qualità che con la sua consistenza setosa, liscia e una profondità di sapore unica ha aperto la strada alla definizione di standard di gusto di elevato livello.

Leggi anche : Metropolita presenta la nuova cocktail list “VOL. IV”

Peter Dundas chi è lo stilista e fondatore di Dundas

Dopo gli studi alla Parsons School of Design di New York dove è nata la sua ossessione per le forme, Peter Dundas è diventato famoso per l’attenzione riservata alla figura femminile. Ha lavorato per otto anni come assistente al design di Jean Paul Gaultier, per passare a Christian Lacroix nel 2000 dove ha sviluppato una particolare sensibilità per i colori e i motivi di grande effetto. Il suo successo lo porta poi a ricoprire il ruolo di Chief Designer per Roberto Cavalli dal 2002 al 2005 ed in seguito quello di Direttore Creativo presso Emanuel Ungaro. Nel 2008, Dundas viene nominato Direttore Artistico di Emilio Pucci e, durante i sette anni di incarico, contribuisce allo sviluppo del brand con le sue collezioni glamour e colorate. Concentrandosi sulla nightlife come ispirazione chiave, Peter Dundas ha portato il brand Pucci in una direzione nuova e giovanile. È sotto la sua direzione creativa che LVMH ha individuato in Pucci un veicolo di crescita chiave per il futuro, con l’ingresso in nuove categorie di prodotti, tra cui scarpe, borse e occhiali. Nel marzo 2015, Peter è poi tornato a Roberto Cavalli come Direttore Creativo e nel 2017 lancia il suo brand, Dundas. Il nuovo marchio debutta sul palco dei Grammy Awards 2017 vestendo l’artista internazionale Beyoncé. Nel marzo 2019, Art of Elysium nomina Dundas come vincitore del suo Visionary Award per il 2020, e lo stilista firma le decorazioni per il suo gala annuale sul tema “Heaven”.

Related Posts