massacrati-in-casa-dalla-figlia,-una-famiglia-distrutta:-in-pericolo-anche-la-colf

Massacrati in casa dalla figlia, una famiglia distrutta: in pericolo anche la colf

Una famiglia distrutta, un raptus di follia culminato nel peggiore dei modi. In pericolo anche la colf, una vera tragedia. 

Carabinieri tredicesima
Carabinieri – Pixabay – YesLife.it

La dichiarazione della colf mette i brividi

A commentare questa triste vicenda è la colf della famiglia massacrata da Diletta Miatello, figlia dei due genitori fatti fuori per un raptus di follia. La donna dichiara che è abbastanza sicura del fatto che se fosse entrata in quella casa, Diletta avrebbe ucciso anche lei. A morire è la signoria Maria Angela ed il signor Giorgio, mentre la sorella Chiara si è salvata per un pelo.

La colf, F.O. 57 anni è profondamente addolorata tanto da non riuscire a dormire più la notte, a stento riesce a trattenere le lacrime per quello che è successo ai coniugi Miatello, suoi concittadini di Padova. 

A quanto pare in famiglia c’erano problemi

Ambulanza omicidio padova
Ambulanza – Pixabay – YesLife.it

Da quello che emerge dalle dichiarazioni, sempre della colf, la figlia omicida non andava molto d’accordo con la famiglia, specie i genitori. La signora F.O. aveva stretto nel tempo un rapporto di amicizia con tutti, lavorava presso la casa Miatello il lunedì ed il giovedì, «una coppia molto affiatata, dinamica, più giovanile degli 89 anni di lui e degli 84 di lei, sottolinea la donna, specificando che sbrigava alcune faccende di casa e qualche piccola commissione.

Chiara è sempre stata molto partecipe in famiglia, ha aiutato i genitori fino alla fine dei suoi giorni mentre Diletta ha avuto un carattere molto schivo, freddo a tratti impassibile e glaciale. Violenza verbali in casa non ce n’erano mai state mentre verbali molte, tanto da far intervenire i carabinieri ed il 118 per sedare le litigate. 

omicidio padova
Cimitero – Pixabay – YesLife.it

L’ultima volta che F.O. ha visto i coniugi vivi è stato prima di Santo Stefano, il giovedì seguente si è recata a casa per sbrigare le solite faccende, nessuno le ha aperto, come spesso capitava, ed ha oltrepassato il cancello. Per strada ha incontrato Diletta in accappatoio che le ha detto di poter andar via dato che i genitori stavano riposando dopo una notte insonne.

F.O. ha notato il comportamento della donna alquanto sospetto, ha chiamato la sorella Chiara che alle 12,30 le ha dato la terribile notizia. I due anziani signori erano deceduti in modo atroce.

Related Posts