meloni:-manovra-e-pnrr-in-tempi-record,-ok-staffetta-con-draghi

Meloni: manovra e PNRR in tempi record, ok staffetta con Draghi

Meloni: manovra approvata in tempi record, ok obiettivi per il PNRR, bene la staffetta con Draghi – Bilancio positivo dei primi due mesi governo per Giorgia Meloni, che nella conferenza stampa di fine anno ha rivendicato la approvazione oggi della legge di bilancio in tempi record, e gli obiettivi raggiunti nei primi 60 giorni di attività.

“Sono contenta che il governo sia riuscito a raggiungere i 55 obiettivi previsti per inviare la lettera” all’Ue” e chiedere la tranche di 19 mld di euro”. Quando siamo arrivati ne erano stati conseguiti 25″,”la staffetta ha funzionato”. Così infatti la premier in conferenza stampa di fine anno.

Su riforma fiscale: “Avanti con taglio cuneo fiscale,5 punti in legislatura,e valutazione carichi famigliari.La natalità è priorità assoluta”. Sui migranti: blocco navale non è quello raccontato, io lo intendo come missione europea ha commentato la Meloni.

Manovra, oggi il voto finale al Senato con un giorno di anticipo rispetto alle ultime Finanziarie – Nonostante i tempi strettissimi disponibili dalla formazione del nuovo governo e nonostante i tentativi di ostruzionismo posti in essere dai parlamentari democratici e pentastellati stamattina è giunta in porto a Palazzo Madama la legge di bilancio per il 2023, addirittura con un giorno di anticipo rispetto alle ultime leggi Finanziarie presentate negli scorsi 2 anni.

“Avevamo dato la disponibilità – spiega il capogruppo FdI,Malan – a proseguire fino alle 12 in commissione a patto di una riduzione degli emendamenti ma serviva un’intesa”.

“I tempi d’esame- evidenzia la capogruppo del Pd, Malpezzi – erano non congrui e avevamo chiesto un impegno sugli ordini del giorno ma non c’è stata apertura da parte del governo”.

Invariati, comunque, i tempi di approvazione finale previsti per domani entro le 12.

Agorà del 21 dicembre alle 8 su Rai 3: manovra alle battute finali tra pensioni, Qatargate e futuro dello Spid – La manovra economica allo sprint finale, il nodo delle pensioni per le lavoratrici, il reddito di cittadinanza, il price cup europeo al prezzo del gas, il Qatargate e il futuro dello Spid: verrà rimpiazzato dalle carte d’identità elettroniche?

Sono questi i principali temi della puntata di mercoledì 21 dicembre di “Agorà”, in onda alle 8 su Rai 3.

Ospiti di Monica Giandotti saranno: Nicola Procaccini, Fratelli d’Italia; Simona Malpezzi, Partito democratico; Ettore Licheri, Movimento 5 Stelle; Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, Forza Italia; Bruno Manfellotto, editorialista L’Espresso; Fabio Dragoni, vicedirettore Cultura e Identità; Antonello Caporale, Il Fatto Quotidiano; Carlo Cambi, giornalista; Davide Tabarelli, presidente Nomisma Energia; Stefano Quintarelli, imprenditore; Luigi Gabriele, presidente Consumerismo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Foto interna ed esterna: https://www.quirinale.it/elementi/72637

Related Posts