messina:-la-relazione-del-prof.-sorice-ha-inaugurato-il-master-“esperto-della-comunicazione-digitale-nella-pubblica-amministrazione-e-nell’impresa”

Messina: la relazione del prof. Sorice ha inaugurato il Master “Esperto della Comunicazione digitale nella Pubblica Amministrazione e nell’Impresa”

Messina: sulla piattaforma Microsoft Teams, si è svolto il webinar inaugurale del Master di I° livello in “Esperto della Comunicazione digitale nella Pubblica Amministrazione e nell’Impresa”

Sulla piattaforma Microsoft Teams, si è svolto il webinar inaugurale del Master di I° livello in “Esperto della Comunicazione digitale nella Pubblica Amministrazione e nell’Impresa“. Il Master si caratterizza per l’attenzione verso quelle necessità sociali, culturali e lavorative riconfigurate dalla pervasiva diffusione dei media digitali. Il Piano offre una risposta all’esigenza di gestione strategica della comunicazione digitale la quale richiede conoscenze trasversali agli ambiti disciplinari del panorama comunicativo. I lavori dell’incontro, intitolato “Piattaforme digitali e trasformazione della sfera pubblica”, sono stati aperti dai saluti del prof. Giuseppe Giordano (Direttore DiCAM e del Master). Ha introdotto e coordinato l’iniziativa il prof. Francesco Pira (Coordinatore Didattico del Master), mentre le conclusioni sono state tratte della prof. Marco Centorrino (Componente CTS del Master). Di particolare interesse è stata la relazione del prof. Michele Sorice (Ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi dell’Università Luiss “Guido Carli” di Roma). Fra le argomentazioni del sociologo e politologo spiccano: Piattaforme e platform society, post-democrazia e depoliticizzazione, post sfera pubblica. Dalla trattazione si evince che “le piattaforme digitali hanno condotto ad un progressivo mutamento della sfera pubblica nonché della sua percezione. Essa, infatti, viene vista come moltitudine di spazi online e offline coi quali anche la politica deve fare i conti, come un mosaico di differenti ma sovrapposti spazi pubblici con cui dover avere a che fare. Ancor di più in ragione della pandemia, la sfera pubblica è ormai il risultato di una narrazione collettiva e constante (attraverso le piattaforme digitali) che assume significato nelle interazioni fra cittadini, attori politici e vita istituzionale”.


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *