minacce-di-morte-dal-profilo-della-consulta-giovani-di-legnano,-depositata-la-denuncia-–-legnanonews

Minacce di morte dal profilo della Consulta Giovani di Legnano, depositata la denuncia – LegnanoNews

Delusa la consigliera comunale Carolina Toia, destinataria dei messaggi minatori: “Perchè, senza averne le prove, si è dato subito per assodato che il profilo è stato hackerato?”

Consiglio comunale in presenza a Legnano

Presentata nella giornata di sabato 12 novembre ai Carabinieri di Castellanza la denuncia per le minacce di morte arrivate alla consigliera comunale Carolina Toia, e ad altri politici non locali, dal profilo Instagram della Consulta Giovani, vittima a sua volta di un atto di hackeraggio. La comunicazione è stata data dal sindaco di Legnano Lorenzo Radice in sede di consiglio comunale in risposta a una dichiarazione del consigliere comunale Francesco Toia che ha definito quanto accaduto «una violenza sulle donne e alla democrazia», spiegando che «dopo la capogruppo non è stato fatto nulla di concreto».

In realtà una denuncia è stata depositata ma «non è quello che si aspettava» la diretta interessata, la consigliera comunale Carolina Toia che a sua volta ha presentato denuncia. «La solidarietà mi entra da una parte e mi esce dall’altra – ha detto la consigliera comunale mettendo una serie di “puntini sulle i” -. A parte il fatto che la denuncia è stata depositata solo dopo che ho portato la questione alla capigruppo, quello che mi ha dato fastidio è che senza averne le prove si è dato subito per assodato che il profilo sia stato hackerato, togliendo il focus dal vero problema, ovvero che una consigliera abbia ricevuto dalla consulta giovani questo messaggio. Ci sono questioni tecniche che tornano: come mai il profilo è tornato subito funzionante? Sulla base di cosa dite che è stato hackerata?». Il consigliere Toia ha chiesto che il colloquio con i membri della consulta non avvenga solo con il sindaco ma in sede di capigruppo.

Leggi i commenti

Related Posts