monza,-il-pagellone-di-fine-anno-sugli-attaccanti:-caprari-fatica-ad-incidere,-ciurria-sorprendente-–-monza-news

Monza, il pagellone di fine anno sugli attaccanti: Caprari fatica ad incidere, Ciurria sorprendente – Monza-News

Di seguito il pagellone di fine anno a cura di Riccardo Cervi sugli attaccanti:

Monza, il pagellone di fine anno sui centrocampisti: inebriante il rendimento per un poker biancorosso

Attaccanti

Caprari 5.5: è forse uno degli acquisti migliori della sessione di mercato estiva, soprattutto per quanto fatto vedere nel corso della scorsa stagione a Verona. Gioca spesso da titolare, ma non appare come il giocatore esplosivo e determinante visto lo scorso anno, e sta faticando ancora molto a ritagliarsi i propri spazi in campo ed a incidere come vorrebbe.

Gytkjaer 6.5: gioca poco, a tratti pochissimo, ma quando viene chiamato in causa si è sempre certi che lui dia il 110% per questa maglia. Gioca sempre con la giusta cattiveria e si sacrifica come pochi, e questo gli fa onore. Come se non bastasse la prima promozione in A della storia del Monza, ha deciso di incidere il proprio nome anche sulla prima storica vittoria del Monza nella massima serie, siglando la rete che ha schiantato la Juventus di Max Allegri. Vichingo, sei nella storia!

Dany Mota 6.5: non benissimo nella prima parte di campionato, dove appare spesso fumoso e non in grado di incidere come vorrebbe. Nelle settimana acquista fiducia e trova sempre più spazio, anche dal primo minuto. La prestazione da sogno contro la Salernitana è solo la ciliegina sulla torta di una stagione che lo ha visto crescere costantemente. Lo aspettiamo nel 2023 con la stessa voglia e la stessa capacità di svoltare le partite.

Vignato s.v.

Ciurria 7: molti pensavano che in Serie A non avrebbe potuto incidere, e nelle prime settimane di campionato in effetti ha faticato. Con l’arrivo di mister Palladino si è assicurato la proprietà della corsia di destra, in maniera del tutto sorprendente rispetto a come lo si era visto nel corso delle stagioni precedenti (punta o seconda punta). Le sue prestazioni sono letteralmente una costante, sbaglia poco o nulla e, anche in fase di ripiegamento, non fa rimpiangere giocatori più difensivi di lui. Quando punta l’uomo è davvero imprevedibile, e questo rappresenta spesso una spina nel fianco per la difesa avversaria. Entrerà negli annali il suo assist per la rete di Gytkjaer contro la Juventus.

Petagna 6: arriva in Brianza non nella miglior condizione fisica, ci mette qualche settimana a trovare una condizione migliore e le sue prestazioni vanno in migliorando. Al momento il suo score segnala una sola rete all’attivo, su rigore, nella sconfitta contro il Bologna. Troppo poco forse per un giocatore del suo livello, ma il 2023 lo aspetta e lui non vede l’ora di riscattarsi.

foto AC Monza / Buzzi

Riccardo Cervi

Riccardo Cervi

Riccardo Cervi nasce a Monza l’11 luglio del 1997. Segue il calcio sin da piccolo, si appassiona da subito ai colori biancorossi grazie al nonno, grande tifoso del Monza. Da bambino, questa sua passione si amalgama con quella per la Juventus, ma con il trascorrere del tempo l’amore per la propria città prende il sopravvento. Dopo aver giocato diversi anni a calcio, decide di collaborare attivamente alla causa biancorossa, entrando nella redazione di Monza-News. Questo avviene nei primi giorni del 2015. All’interno della redazione si occupa inizialmente di una rubrica dal titolo “C’eravamo tanto amati”, dedicata agli ex calciatori biancorossi. In seguito, è responsabile della presentazione delle squadre avversarie, per la rubrica “Conosciamo il prossimo avversario”. Infine, con il trascorrere degli anni, gli viene affidato il delicato ruolo di “pagellista” per le partite dei biancorossi. Al di fuori dell’orbita biancorossa, invece, è laureato in Economia Aziendale e Management, e proseguirà i suoi studi nei prossimi anni.

Related Posts