“no-alla-chiusura-del-passaggio-a-livello-in-via-recastello”:-il-quartiere-si-mobilita

“No alla chiusura del passaggio a livello in via Recastello”: il quartiere si mobilita

Il Comitato di Quartiere di Boccaleone di Bergamo, attraverso l’esposizione di volantini e manifesti, sta cercando di dare maggiore diffusione sul territorio dell’intenzione di RFI Rete Ferroviaria Italiana di chiudere a breve il passaggio a livello in via Recastello a Bergamo.

Lo scopo principale del Comitato è informare quanti nel quartiere, e non solo, non conoscono ancora il progetto di RFI e si rivolge soprattutto alle persone anziane non dotate di strumenti informatici che subiranno, come i più giovani, il prezzo più alto dalla separazione del quartiere in due parti distinte.

Il Comitato di Quartiere denuncia che il progetto di RFI non può essere considerato adeguato e moderno e non è socialmente sostenibile, soprattutto per la mancanza di attenzione alle fasce più deboli degli abitanti.

La separazione del quartiere sarà definitiva e, a oggi, il progetto prevede, attraverso una passerella, un unico attraversamento dei binari e del muro di pannelli fonoassorbenti alti sette metri che verranno posati.

Non sono previste a breve, nemmeno alternative viarie alla chiusura di via Recastello in quanto anche le osservazioni del comune non è dato per scontato che vengano accettate; questo creerà pesantissime ricadute sulla vita degli abitanti e di chi dovrà percorrere in auto il quartiere a causa del traffico che sarà intensissimo, anche per i mezzi d’opera che attraverseranno le vie del quartiere durante i lavori.

Il Comitato di Quartiere ribadisce che l’unica possibile alternativa al progetto presentato da RFI è l’interramento totale del percorso ferroviario, dalla stazione di Bergamo all’aeroporto di Orio al Serio, e la creazione di un parco lineare ciclopedonale che colleghi il quartiere di Boccaleone con la futura Porta Sud e il centro di Bergamo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *