nunzia,-infermiera:-“la-nostra-coordinatrice-ha-ormai-creato-professionisti-di-serie-a-e-professionisti-di-serie-b”.

Nunzia, Infermiera: “la nostra coordinatrice ha ormai creato professionisti di Serie A e professionisti di Serie B”.

Ci scrive amareggiata Nunzia, Infermiera: “la nostra coordinatrice ha ormai creato professionisti di Serie A e professionisti di Serie B”.

Ciao a tutti,

sono una Infermiera di 50 anni e ho voluto partecipare alla discussione della preparazione degli Infermieri, perché è un argomento che mi interessa molto.

Lavoro da circa 25 anni in terapia intensiva cardiologica e durante il mio percorso formativo ho assistito a diversi cambi di generazione e preparazione culturale infermieristica; anni fa si dava molta importanza all”esperienza lavorativa accompagnata da una preparazione culturale adeguata in ambito medico.

Attualmente sto assistendo nel mio reparto, grazie alla partecipazione della coordinatrice, a una situazione che si è enormemente capovolta.

Oggi si screditano professionalmente gli Infermieri con tanti anni di esperienza e si esaltano le nuove generazioni, creando un gruppo lavorativo disomogeneo.

Tutto lo si può constatare sia dai turni, che dalla considerazione che il coordinatore ha di ciascun Infermiere.

Mi chiedo, ma l”anzianità e il rispetto per chi ha sempre lavorato assiduamente per anni nelle Unità Intensive dov’è?

Chi è responsabile del coordinamento infermieristico deve capire che nel nostro lavoro, dove il paziente deve essere visto anche sotto l”aspetto di PERSONA, è importante l”esperienza e il sapersi porre, cose che la nuova generazione deve ancora acquisire.

Mi sento molto delusa e non considerata, nonostante il mio impegno costante nel dedicarmi agli altri. E mi chiedo: in un lavoro così importante e impegnativo dove noi Infermieri siamo sempre in prima linea, perché dobbiamo essere diretti da persone che mirano a disgregare un gruppo di lavoro creando situazioni di frustrazioni per tutti?

Possiamo lavorare così? Possiamo sentirci sempre frustrati? Bisognerebbe considerare l’aspetto umano e la dignità dell’Infermiere, senza creare l’Infermiere di serie A e quello di serie B.

Grazie mille.

Nunzia, Infermiera delusa del lavoro e della gestione del proprio coordinatore

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a [email protected]
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

Redazione AssoCareNews.it

Related Posts