onde-da-sogno-con-la-piastra-a-tre-tubi:-utilizzarla-e-semplicissimo…-–-video

Onde da sogno con la piastra a tre tubi: utilizzarla è semplicissimo… – VIDEO

Volete una capigliatura semplice e veloce, ma allo stesso tempo che non passi inosservata? Provate anche voi la piastra a tre tubi…

capelli
Capelli (RyanMcGuire-Pixabay)

Vi è mai capitato di voler avere capelli impeccabili e sempre in ordine, ma allo stesso tempo siete stanche dei soliti lisci? La soluzione perfetta è realizzare una piega a onde orizzontali, che non è mai banale e, soprattutto, non vi fa passare inosservate.

Il modo più semplice e veloce per procedere con la piega è utilizzare la piastra a tre tubi, anche chiamata ‘piastra a tre rami‘, ‘ondulatore‘ o ‘triferro a tre onde‘… ma come funziona?

Basterà inserire, all’interno della piastra, l’attaccatura della prima ciocca di capelli, ovviamente dopo averla pettinata e districata, e continuare così fino alle punte, in modo da arricciare l’intera lunghezza.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Extension ciglia: tutti i segreti per farle durare più a lungo…

Tutti i consigli per una capigliatura super: realizzare le onde non è mai stato così facile!

capelli sani
Capelli ondulati (Nastya_gepp/pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Dieci segreti di bellezza: ecco tutti i trucchetti per essere sempre perfette… – VIDEO

Per ottenere un effetto più armonioso, è consigliabile, quando si passa da una parte all’altra della lunghezza della ciocca di capelli, riprendere a piastrare dall’ultima onda formata dal tubo del ferro: in questo modo, la capigliatura non sembrerà essere stata effettuata “a tre a tre”, bensì sembrerà essere stata piastrata tutta in una volta, per un effetto continuo e, dunque, armonioso.

Soprattutto per chi ha tanti capelli, è preferibile dividerli in tre o più strati: in questo modo si formerà un effetto più morbido e voluminoso.

A seconda del gusto personale di ciascuna, è possibile modulare la naturalezza delle onde, tenendo in posa la piastra per più o meno tempo.

capelli
Capelli mossi (Free-Photos da Pixabay)

Terminate tutte le ciocche, spruzzate un po’ di lacca per assicurarvi che la piega regga e, infine, mettete un olio sulle lunghezze che soddisfi le vostre necessità: un anti – crespo, per chi tende ad avere dei capelli che si arruffano; un idratante per chi soffre di capelli secchi; un ristrutturante per chi ha il problema delle punte sfibrate; …

FRANCESCA BACOSI

POTETE ROVARE IL VIDEO COMPLETO QUI: 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *