onu,-di-maio-“su-sicurezza-alimentare-italia-partner-affidabile”

Onu, Di Maio “Su sicurezza alimentare Italia partner affidabile”

ROMA (ITALPRESS) – “Sono lieto di accogliere qui in Italia la vice segretaria generale delle Nazioni Uniti Amina J. Mohammed all’inizio della sua visita ufficiale a Roma che la vedrà partecipare in rappresentanza delle Nazioni Unite al pre-vertice dei sistemi alimentari del 26-28 luglio”. A dirlo il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a margine dell’incontro con la vice segretaria generale dell’Onu Amina J. Mohammed. Il titolare della Farnesina ha ribadito come “la cooperazione tra Italia e Onu per la preparazione del pre-vertice di Roma è stata eccellente. Il pre-vertice rappresenta una tappa fondamentale in vista del vertice sui sistemi alimentari convocato a New York. Al pre-vertice l’Italia sarà rappresentata dal presidente Draghi alla sessione di apertura. A questo appuntamento l’Italia si è preparata attraverso un dialogo nazionale e che ha visto la partecipazione degli attori del settore agricolo e agroindustriale”.

“Nella sessione del pre-vertice sul sistema alimentare – ha anticipato Di Maio – parlerò del contributo apportato dalla Dichiarazione di Matera. Si tratta di un risultato importante del quale siamo orgogliosi. Com Amina J. Mohammed abbiamo parlato della necessità di mantenere alto l’impegno della comunità internazionale su questi temi”. Il ministro ha assicurato che “nell’Italia le Nazioni Unite hanno un partner affidabile e determinato. Ho dunque confermato il nostro impegno per un approccio inclusivo volto a creare sinergie. Lo stesso G20 che si è svolto tra Bari e Matera ha avuto una ministeriale congiunta Esteri dedicata alla sicurezza alimentare per raggiungere l’obiettivo fame zero entro il 2030”.

Da parte sua la vice segretaria generale dell’Onu Amina J. Mohammed ha sottolineato che è “stato un piacere arrivare qui per un pre-vertice. Non siamo usciti dal covid ma siamo lieti di vedere che la dichiarazione di Matera ha portato maggiore speranza su alcune delle questioni più pressanti che il mondo deve affrontare”.

(ITALPRESS).

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *