papa-francesco-verso-l’iraq,-per-lui-un-volo-covid-free

Papa Francesco verso l’Iraq, per lui un volo covid-free

Papa Francesco è in volo verso l’Iraq, perché? Un viaggio apostolico come segno di umanità unita. Scopriamo insieme i dettagli

papa iraq
Papa Francesco (Getty Images)

“Nel momento in cui lascio Roma per recarmi in Iraq pellegrino di pace e di fraternità tra i popoli, mi è gradito rivolgere a lei signor Presidente il mio deferente saluto che accompagno con fervidi auspici di serenità e prosperità per il caro popolo italiano”. Con queste parole Papa Francesco saluta l’Italia e in particolare il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per volare verso l’Iraq per il suo viaggio apostolico. Il suo aereo, un Airbus A330, è decollato alle 7,45 dall’aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma.

LEGGI ANCHE>>>Sapete quanto guadagna un parlamentare in Italia? Assurdo

Papa Francesco verso l’Iraq, perché?

papa francesco iraq
(Getty Images)

LEGGI ANCHE>>>Il Vaticano trema: due cardinali cacciati da Papa Francesco

Papa Francesco sta per atterrare in Iraq per compiere un viaggio atteso e desiderato tanto da oltrepassare la pandemia. “Vengo come pellegrino penitente per implorare dal Signore perdono e riconciliazione dopo anni di guerra e di terrorismo – afferma il Pontefice – per chiedere a Dio la consolazione dei cuori e la guarigione delle ferite”. Ai cristiani, che hanno sofferto in questa terra una dura persecuzione per mano dell’Isis il Papa dice che vuole portare loro la carezza della Chiesa. Papa Francesco non si dimentica l’emergenza sanitaria che il mondo intero sta combattendo, anzi fa un appello alla comunità affinché si rafforzi la fraternità tra i popoli per un futuro migliore e di pace.

Un volo covid-free e sicurezza

Appresa la notizia, molti si sono chiesti come sia stato organizzato un viaggio così importante in questo periodo storico delicato. La compagnia Alitalia, con cui vola il Pontefice, ha assicurato che è stato applicato uno speciale protocollo sanitario affinché tutto vada nel verso giusto. Inoltre, vista la circostanza e il pericolo che corre papa Francesco in quei luoghi, insieme a lui ci sono delle persone, le forze di sicurezza irachene, di concerto con la Gendarmeria vaticana. Quanto alla presenza di eventuali rafforzi da parte delle forze occidentali, presenti in Iraq, dal Vaticano fanno sapere che la sicurezza è sempre nelle mani del Paese ospitante che decide come organizzarla al meglio. Papa Francesco molto probabilmente si muoverà con un’auto blindata.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Per il mondo iracheno il viaggio del papa è una visita storica e un messaggio di pace per tutti che affermerà i valori di giustizia e dignità.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *