pechino-express,-un-morto-nella-versione-francese-del-programma:-ecco-cosa-e-accaduto

Pechino Express, un morto nella versione francese del programma: ecco cosa è accaduto

Nonostante le limitazioni dovute al Covid-19, in Francia sono comunque riusciti a realizzare una nuova edizione di “Pechino Express” (che lì si chiama “Pekin Express”) con tutte le prevenzioni del caso. Durante le registrazioni della trasmissione, però, è successa una tragedia: un anziano di 82 anni, che si era messo a disposizione di una coppia di concorrenti per trasportarli verso una tappa del loro viaggio, ha perso la vita.

Si trovavano in una strada di difficile percorrenza in Turchia quando l’auto, guidata dall’indigeno, ha sbandato e si è schiantata contro un altro mezzo. Il violentissimo urto non ha lasciato scampo all’uomo, che non è riuscito a salvarsi. La coppia di concorrenti, Aurore e Jonathan, assieme al cameraman del programma, sono stati trasportati d’urgenza in ospedale ma sono riusciti a cavarsela con qualche ferita e un ricovero di qualche giorno.

Per scelta della produzione, le immagini del terribile incidente non sono andate in onda. “Alcune ore dopo le riprese di questa sequenza abbiamo appreso con tristezza il decesso dell’autista del veicolo implicato nell’incidente. Tutti i nostri pensieri vanno alla sua famiglia e ai suoi cari”, è stato il messaggio. Aurore, una delle concorrenti coinvolti nell’incidente, ha commentato l’accaduto con queste parole: “Ho girato la testa e l’ultima immagine che vedo è la macchina che rientra da dietro. Dopodiché, sento un rumore sordo, Jonathan cerca di farmi rialzare, non so in che stato mi ritrovo”. Nonostante tutto, il programma non ha interrotto la normale messa in onda. Presto, invece, dovrebbe riattivarsi anche la macchina italiana di “Pechino Express”, rimasta ferma per più di un anno proprio a causa della pandemia. Il programma ha lasciato la Rai per traslocare sulle reti Sky, dove dovrebbe essere confermata la conduzione di Costantino Della Gherardesca.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Ultimo vede un pianoforte e improvvisa uno show all’aeroporto di Fiumicino: “Non ho resistito…” – Video

next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *