perche-la-punta-delle-dita-diventa-viola-con-il-freddo?-–-bergamonews

Perché la punta delle dita diventa viola con il freddo? – BergamoNews

Estremità delle dita che con il freddo diventano viola? Potrebbe trattarsi della cosiddetta sindrome di Raynaud, fenomeno diffuso in particolare tra le giovani donne, caratterizzato da un eccessivo raffreddamento e cambiamento di colore delle estremità del corpo (dita, punta del naso e orecchie in particolare). Le origini di questo problema possono essere diverse: può trattarsi di disturbo funzionale della circolazione periferica, fastidioso ma non preoccupante, oppure essere legato a patologie autoimmuni. Per valutarne la corretta natura e mettere così in atto le eventuali terapie più adeguate, l’esame di riferimento è la capillaroscopia, un test indolore e rapido. Come ci spiega il professor Maurizio Pietrogrande, internista e immunoreumatologo di Smart Clinic Le Due Torri, Smart Clinic Oriocenter e Centro Diagnostico Treviglio, strutture ambulatoriali del Gruppo San Donato in cui è possibile sottoporsi a questo esame.

Professor Pietrogrande, di che tipo di esame si tratta?

La capillaroscopia periunguale, anche detta angioscopia transdermica, si avvale di uno strumento chiamato capillaroscopio, ovvero un microscopio digitale di piccole dimensioni, grazie al quale è possibile evidenziare lo strato immediatamente sottostante alla superficie cutanea. Si riescono così a vedere con un ingrandimento di 100-200 volte i piccolissimi vasi, i capillari, valutandone distribuzione e densità, forma, dimensione e anche flusso ematico al loro interno. Si riesce anche a indagare il contorno e il tessuto immediatamente circostante i capillari dove, in condizioni di sofferenza, si può accumulare del liquido (edema pericapillare).

Come si esegue?

Una fonte di luce coerente, opportunamente distanziata dalla superficie cutanea, è associata a un sistema di ripresa video e a un computer su cui viene evidenziata la parte in esame. Si esegue di solito posizionando lo strumento a livello della cuticola ungueale (la lunetta alla base delle unghie). In questa sede delle dita i capillari non sono verticali rispetto alla superficie, ma paralleli e quindi si possono ben esaminare in tutta la loro lunghezza.

Per la diagnosi di quali patologie, in particolare, è utile?

È fondamentale nella valutazione del fenomeno di Raynaud, che può esser solo un fatto funzionale o collegato a malattie, tra cui alcune potenzialmente molto serie e comunque evolutive. È infatti caratteristico della Sclerosi Sistemica Progressiva (sclerodermia) e può esserne, soprattutto nelle fasi precoci, l’unico sintomo. Compare inoltre in molte altre malattie del connettivo autoimmuni come LES (lupus eritematoso sistemico) e malattia di Sjogren ed è un sintomo importante nella crioglobulinemia mista, una rara vasculite sistemica. Infine può esser secondario ad attività che si accompagnano a prolungate vibrazioni, quali suonare il pianoforte o il flauto, o (in passato) usare il martello pneumatico e si osserva spesso anche in forti fumatori.

© Riproduzione riservata

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!

Related Posts