pollo-allo-scarpariello:-cotto-a-puntino-in-un-sugo-fantastico!

Pollo allo scarpariello: cotto a puntino in un sugo fantastico!

Per un secondo piatto da leccarsi i baffi, ecco la ricetta del pollo allo scarpariello, cotto in un sugo insaporito con basilico e cipolle.

Chi lo ha detto che un piatto semplice non può essere allo stesso tempo strepitoso? Un valido esempio è il pollo allo scarpariello. Si tratta di un secondo piatto all’apparenza semplice, che diventa assolutamente succulento quando viene gustato. Il nome è molto particolare e legato alla tradizione napoletana. In queste zone, in tempi addietro, era il piatto che non poteva mancare sulla tavola dei calzolai, chiamati e’scarpar. Da questo dettaglio deriva la sua denominazione, legata alle sue origini territoriali.

Ad oggi, la ricetta di questo secondo piatto ha avuto maggiore diffusione. Questo si deve anche al metodo facile con cui si prepara. Non basta far altro, infatti, che farlo cuocere nella salsa dei pomodori pelati. Il sugo, però, deve essere insaporito con prodotti genuini e legati al territorio. Aggiungete cipolle, basilico, olio extravergine e una sfumata di vino bianco.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Pollo allo scarpariello
Pollo allo scarpariello

Preparazione della ricetta per il pollo allo scarpariello

  1. Per cominciare, pulite il pollo e tagliatelo in pezzi. Se preferite, togliete anche la pelle.
  2. Affettate finemente la cipolla.
  3. Lavate e asciugate la giusta quantità di foglie di basilico.
  4. Prendete un tegame con bordi alti e riempitelo con un filo di olio extravergine d’oliva.
  5. Accendete a fuoco basso e mettete la cipolla per farla dorare.
  6. Quando è ammorbidita, mettete in padella anche i pezzi di carne. Lasciate rosolare a fiamma alta, girando ogni tanto sui vari lati.
  7. Quando comincia a cuocersi, spezzettate il basilico e aggiungetelo.
  8. Sfumate con il vino bianco e aspettate che evapori.
  9. Salate a piacere e versate nel tegame i pomodori pelati.
  10. Coprite con il coperchio e lasciate cuocere per altri 25 minuti a fiamma bassa.
  11. Controllate che il pollo sia ben cotto e spegnete.
  12. Se il sugo dovesse essere troppo liquido, restringetelo facendo cuocere qualche altro istante a fiamma alta.

Fate intiepidire il pollo allo scarpariello e servitelo con il suo sugo.

Conservazione

Il consiglio migliore è di prepararlo nella giusta quantità, per non farlo avanzare. La conservazione è, infatti, sconsigliata. Se proprio dovesse avanzarne un po’, tenetelo a temperatura ambiente per qualche ora, coperto, e scaldatelo a fuoco basso all’occorrenza.

Se adorate anche voi i secondi golosi, non potete non provare le nostre costine di maiale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *