pozzallo,-sindaco-rimuove-la-“x”-da-“xmas”-per-evitare-richiami-al-fascismo

Pozzallo, sindaco rimuove la “X” da “XMAS” per evitare richiami al fascismo

| 26 Novembre 2022

Una luminaria natalizia dalla quale è stata tolta la “X”, per evitare richiami al fascismo. Succede a Pozzallo, comune in provincia di Ragusa, dove il sindaco Roberto Ammatuna ha deciso di eliminare la lettera nella scritta XMAS, che in tutto il mondo viene utilizzata come abbreviazione di Christmas, a seguito di alcune segnalazioni di protesta dei cittadini, convinti potesse essere un riferimento fascista alla Decima Mas. “In occasione delle feste di Natale nella piazza principale di Pozzallo è stata installata, così come avviene in tutta Italia, una scritta. Invece di scrivere Christmas abbiamo scritto Xmas, così come accade in tutto il mondo, che significa Buon Natale. Qualcuno ha voluto strumentalizzare questa scritte travisandola volutamente per ‘decima mas’ che è tutt’altra cosa”, ha spiegato Ammatuna. “Pozzallo democratica ed antifascista – aggiunge – non poteva subire la benché minima possibilità di essere associata al fascismo o di avere una scritta fascista. Ecco perché – conclude Ammatuna-la x è stata rimossa per garantire alla città di vivere un Natale più sereno”.

A chiedere ufficialmente la rimozione della “X” alle “autorità competenti” è stato il circolo Vanni Rosa di Pozzallo dell’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti perché, ha scritto Nicola Colombo, già dirigente della Cgil, la scritta “richiama più che il Natale da festeggiare, la truculenta e criminale storia della colonna infame fascista che si è macchiata di delitti e uccisioni di partigiani, democratici, antifascisti che lottavano per dare pace e libertà, democrazia e dignità all’Italia soffocata dal ventennio fascista”. E così, rimossa la X, ora è rimasta soltanto la scritta MAS. E nessun riferimento al Natale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO

DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.

Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI

Grazie Peter Gomez

Articolo Precedente

Frana di Ischia, le difficili operazioni di evacuazione degli abitanti tra fango e pioggia. Il video

next

Related Posts