quanto-guadagna-un-pilota-d’aereo?-e-quanto-lavora?-ecco-gli-stipendi

Quanto guadagna un pilota d’aereo? E quanto lavora? Ecco gli stipendi

Lo stipendio medio di un pilota di linea. Com’è il lavoro, quanto lavora, la giornata tipo e quanto guadagna nelle diverse compagnie da Emirates a Ryanair a Lufthansa a Alitalia

pilota aereo stipendio
Il pilota di aereo di linea: grande fascino e grande stipendio. Ecco quanto guadagna

Non lo vediamo mai, sentiamo solo la sua voce alla partenza che ci informa delle condizioni del volo e all’arrivo quando ci annuncia che siamo arrivati, e qualcuno – in una pratica spesso malvista – lo saluta e lo ringrazia con un applauso. E’ il pilota d’aereo, figura mitica e suggestiva, quasi eroica, indubbiamente un lavoro di enorme responsabilità e concentrazione.

Ma quanto lavora un pilota d’aereo? Quante ore passa ai comandi di un aereo e quanto guadagna? Ovviamente ci sono molte differenze fra le diverse compagnie, ecco gli stipendi medi e com’è una giornata tipo di un pilota di aereo.

Quanto lavora un pilota di aereo di linea

Il lavoro è indubbiamente affascinante, ma fare il pilota di aereo di linea è anche molto impegnativo. Ci si arriva solo al termine di migliaia di ore di volo, di numerose licenze acquisite e di numerosi esami. Per essere assunto da una compagnia servono determinate qualifiche e 1500 ore di volo, poi bisogna specializzarsi su un aeromobile e collezionare ore di volo, superare altri esami teorici, pratici e psicologici.

Nel lavoro del pilota di linea l’anzianità conta tantissimo. Non solo per gli scatti di carriera dello stipendio, ma anche per il trattamento all’interno della Compagnia aerea: è l’anzianità a decretare le ore di volo e quando il pilota è impegnato.

Generalmente un pilota di linea colleziona circa 700/800 ore di volo all’anno a cui si aggiungono le ore di preparazione. Ovviamente si passa molto tempo fuori casa e diventa difficile organizzare la vita a terra.

Non c’è infatti routine e per quanto il pilota in alcune compagnie possa dare delle preferenze su determinati giorni il piano di lavoro è imprevedibile. Se si lavora sul lungo raggio si dorme spesso fuori perché ci sono almeno 12 ore di riposo fra un volo e l’altro. Solitamente dopo 5 giorni di lavoro ce ne sono 3 di pausa.

Un lavoro difficile quello del pilota di linea e di grande responsabilità dove si è continuamente sotto controllo psico-fisico, ma anche un lavoro che offre l’opportunità di viaggiare in tutto il mondo, di conoscere luoghi e culture e di vedere il mondo da una prospettiva spettacolare.

stipendio pilota aereo
Nella cabina di pilotaggio si è sempre in due

La giornata tipo di un pilota di aereo

Ma cosa fa un pilota di aereo? Prima di mettersi seduto nella cabina di pilotaggio e accendere i motori deve svolgere dei compiti fondamentali per la sicurezza di tutti. Ecco dunque una giornata tipo di un primo ufficiale in un volo di corto raggio.

Deve recarsi in aeroporto circa 2 ore prima della partenza del volo e andare al Centro Operativo per prendere tutte le informazioni sul volo, sull’aereo che si guiderà, sul tragitto e sulle le condizioni meteo. C’è poi l’incontro con il capitano del volo e si decidono le strategie di volo in base alle condizioni meteo, all’aeroporto di partenza e arrivo e a qualsiasi altra variabile. Si incontra poi l’equipaggio e si informa il personale sulle caratteristiche del volo.

Completata la parte teorica si va sull’aereo e si passano in rassegna tutti gli strumenti controllando l’effettivo funzionamento. Dopo di ché inizia l’imbarco dei passeggeri.

Durante il volo si può mangiare qualcosa prima di procedere all’atterraggio. Nei voli a corto raggio si riparte subito dopo con lo stesso aereo e lo stesso equipaggio. Il tempo di fare rifornimento e ripetere i controlli. In una giornata possono capitare anche 4 voli brevi.

Nei voli a lungo raggio invece ci si ferma e si dorme in uno degli hotel messi a disposizione dalla Compagnia e si riparte il giorno dopo.

Leggi anche -> Quanto guadagna un assistente di volo e cosa fa: gli stipendi da Alitalia a Easyjet <<

Quanto guadagna un pilota di linea

Un pilota di linea guadagna generalmente bene, anche se ci sono differenze fra le varie compagnie, differenze che diventano enormi fra una low cost e di una compagnia di bandiera. Inoltre sono notevoli gli scatti di carriera: fra un primo ufficiale al debutto e un Capitano anziano a fine carriera può esserci una differenza anche di 10 mila euro!

Uno stipendio di un pilota è formato da una quota fissa diversa per medio o lungo raggio, a cui si aggiunge l’anzianità di servizio e le ore di volo.

Mediamente lo stipendio di un pilota di linea con qualche anno di esperienza è di circa 5000 euro al mese per i voli a corto raggio, mentre per i voli intercontinentali lo stipendio diventa di 8000 euro. Per un comandante le cifre raddoppiano.

stipendio pilota aereo
Sempre in giro per aeroporti, è la vita – ben retribuita – del pilota di aereo
  • Ryanair. E’ una delle compagnie con gli stipendi più bassi per i piloti o almeno quella che meno premia l’anzianità. Uno stipendio di un pilota Ryanair parte solitamente dai 1600 euro e arriva fino agli 8000 euro al mese. Possono esserci dei bonus, ma il problema, almeno fino a qualche anno fa era che alcuni contratti dei piloti prevedevano solo la paga per ora di volo, senza ferie o contributi.
  • Qatar. La compagnia aerea del Qatar vanta ottimi stipendi per i suoi piloti. Un primo ufficiale guadagna tra i 9 e 12 mila euro al mese fino ad arrivare ai 20 mila euro di un comandante; per non parlare dei bonus e benefit. Tra cui l’alloggio di servizio a Doha.
  • Easyjet. Lo stipendio medio un primo ufficiale si aggira intorno ai 3 mila euro, con gli scatti di anzianità si può arrivare a guadagnare circa 10 mila euro al mese.
  • British Airways. Le compagnie di bandiera offrono stipendi più alti e spesso formano anche i loro piloti. La compagnia del Regno Unito paga un Primo Ufficiale tra gli 8 e 10 mila euro al mese e un comandante fino a 20 mila euro al mese.
  • Delta Airlines. Stipendi faraonici anche alla statunitense Delta Airlines. Lo stipendio medio di un primo ufficiale è di circa 10/12 mila euro al mese, quello di un comandante di circa 22 mila euro.
  • Emirates Airlines. La compagnia degli emirati Arabi prevede uno stipendio base di 8 mila euro per un primo ufficiale, fino ai 17 mila euro di un comandante con anzianità di servizio.
  • Alitalia. I piloti di Alitalia guadagnano dai circa 5000 euro di un primo ufficiale debuttante ai 10 mila di un comandante con una decina d’anni di anzianità fino ai 15 mila euro di un comandante a fine carriera.
  • Lufthansa. Un primo ufficiale della compagnia tedesca guadagna se è alle prime armi circa 5 mila euro fino ai 15 euro di un pilota con anzianità. Un comandante a fine carriera può guadagnare anche 18 mila euro al mese.
stipendio pilota aereo
Sempre più donne al comando di un aereo

Dunque generalmente un pilota di linea guadagna molto e può con facilità cambiare compagnia aerea. Non c’è infatti molta concorrenza: sono pochi i piloti di aereo nel mondo. E forse anche questo contribuisce a rendere mitica la figura del pilota di aereo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *