quattrocento-scritte-vandaliche-cancellate-dai-muri-delle-case-a-quarto-oggiaro

Quattrocento scritte vandaliche cancellate dai muri delle case a Quarto Oggiaro

Sono intervenuti operativamente in oltre cinquanta, per rimuovere da oltre 280 metri quadrati di superficie più di quattrocento scritte vandaliche. “Siamo volontari per il bene comune e per strappare al degrado alcuni stabili di Quarto Oggiaro”. Ieri mattina verso le dieci anche il sindaco Giuseppe Sala e l’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open data, Lorenzo Lipparini, sono passati all’iniziativa del Coordinamento dei Comitati Milanesi di cittadini che, con il patrocinio del Comune di Milano proprietario degli edifici e assieme ai comitati degli inquilini, ha pulito le facciate dei palazzi di via Vittani e via Pier Francesco Cittadini.

I volontari hanno rimosso e cancellato le scritte spray vandaliche dai muri e dalle serrande di diversi negozi “che sono riconducibili – spiega chi indaga il fenomeno –  a writer di territorialità milanese, o legati a tale zona”. Sono stati ripuliti i muri esterni e i porticati della casa popolare Mm in via Vittani 1 e della raccolta differenziata della casa Popolare Mm di via Cittadini 2. Il sindaco ha incontrato e ringraziato il gruppo di cittadini e numerosi residenti si sono avvicinati a lui “per parlare anche delle criticità e problematiche del quartiere”. Il sindaco, riferiscono i comitati, “ha voluto essere informato del progetto, delle finalità e delle realtà associative coinvolte”.

Poi con don Stefano, della parrocchia di Santa Lucia, Sala ha raggiunto l’oratorio dove ha conosciuto le ragazze e i ragazzi della struttura, prima che anche loro si unissero ai volontari. Spiega la vice presidente del Coordinamento dei Comitati Milanesi, Fabiola Minoletti, che “l’obiettivo di questi cleaning day è la cura degli spazi comuni per creare degli esempi virtuosi attraverso un’azione dal basso. Ci si ispira ad una cultura del fare per rendere il cittadino protagonista nella lotta contro il degrado. In questo modo si diventa rispettosi degli spazi condivisi e dei propri spazi abitativi e soprattutto si collabora insieme con i comitati e i gruppi di inquilini interessati alla pulitura dei propri muri”.

Soddisfatta Mm che come gestore degli alloggi ha fornito vernici e materiali e che con questo intervento vede il completamento del primo “Patto di Collaborazione tra Comune di Milano, Mm e Coordinamento Comitati Milanesi”. “Rileviamo grande soddisfazione – dichiara Mm – anche da parte degli inquilini coinvolti, i quali hanno l’opportunità di avere un ruolo attivo a beneficio del proprio caseggiato e di tutti i cittadini, sia da un punto di vista estetico sia in merito alla sensibilizzazione della cittadinanza sull’importanza di esserci. E quindi mantenere il decoro dei luoghi in cui si vive”.

Dopo gli interventi in via Nikolajevka 1, 3 e 5, e via Laghetto 2, il Comune, Mm e il Coordinamento Comitati Milanesi sono ancora insieme non solo per pulire ma anche “per lanciare un segnale di attenzione, di cura e di rispetto per i nostri quartieri e i loro edifici”, dicono Fabiola Minoletti e Salvatore Crapanzano del Coordinamento: “E’ proprio dalle nostre vie, dai nostri quartieri, con dei piccoli gesti di amore e attenzione che dobbiamo riconquistare la nostra città”. 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *