razzo-cinese,-gli-ultimi-aggiornamenti-sul-rientro-e-cosa-vuol-dire-remota-possibilita-di-impatto

Razzo cinese, gli ultimi aggiornamenti sul rientro e cosa vuol dire remota possibilità di impatto

Dove cadrà il razzo cinese? Le previsioni diventano più accurate con l’avvicinarsi del momento del rientro in bassa atmosfera del primo stadio del razzo Lunga Marcia 5B che il 28 aprile ha lanciato il primo modulo della stazione spaziale cinese Tianhe.

Attualmente il rendez-vous tra il razzo CZ-5B e la Terra è previsto alle 03:43 del 9 maggio con un intervallo di confidenza di circa 3 ore. Ovvero tra la mezzanotte e mezza e le 6:43 del mattino. 

Razzo cinese, dove cadrà (se arriverà a Terra)

Questa mappa pubblicata sul blog di Today.it Spazio, l’Universo a casa tua da Lorenzo Colombo mostra le aree del mondo sorvolate durante tale finestra temporale dal detrito, e quindi quelle dove potrebbe avvenire il rientro.

razzo cinese ultime notizie-2

Come si evince vi rientrano anche le dieci regioni italiane per le quali il dipartimento di protezione civile ieri sera ha emesso una nota di allerta invitando i cittadini a restare al chiuso durante la finestra compatibile di transito. Le regioni, tutte del Centro Sud sono:

  • Umbria;
  • Lazio;
  • Abruzzo;
  • Molise;
  • Campania;
  • Basilicata;
  • Puglia;
  • Calabria;
  • Sicilia;
  • Sardegna

Ovviamente, a dispetto delle previsioni di ieri sera che prevedevano il rientro del razzo tra le 20:30 di sabato 8 maggio e le 8:30 del mattino di domenica 9 maggio, la finestra oraria andrà aggiornata a dopo la mezzanotte: ricordiamo il rientro è previsto tra le 0:43 e le 6:43 del mattino.

Dove si trova il razzo cinese Cz-5b

Come già spiegato la gran parte dell’oggetto si vaporizzerà, ma alcuni pezzi potrebbero sopravvivere fino al suolo, da qui la legittima preoccupazione delle autorità di mezzo mondo. Ma che cosa vuol dire ‘non si può escludere la remota possibilità’ di un interessamento del nostro territorio? Ipotizzando 1000 oggetti spaziali con le stesse caratteristiche in rientro incontrollato nello stesso momento, in tutto il mondo non sarebbero più di 3 le persone coinvolte.

Se nel frattempo il web ha ovviamente preso con ironia la faccenda, c’è chi, come l’associazione dei consumatori Codacons, già si dice pronta ad intentare causa nel caso i detriti del razzo possano provvocare danni a cose o persone. Coldiretti dal canto su stima in 5 milioni i bovini e ovini (mucche e capre) che potrebbero restare vittima di un eventuale impatto. 

Quello che è certo è che la vicenda lascerà il suo strascico di polemiche: è urgente una regolamentazione dello Spazio a noi più prossimo visto le velleità delle agenzie spaziali e delle aziende private che hanno iniziato una vera e propria nuova corsa alle stelle. 

 Stelle o satelliti? L’anomalia del cielo artificiale

Continua a leggere su Today.it

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *