riconoscimento-del-consiglio-regionale-lombardo-ai-due-eroi-che-hanno-salvato-i-24-ragazzi-dal-bus-incendiato-a-varenna

Riconoscimento del Consiglio regionale lombardo ai due eroi che hanno salvato i 24 ragazzi dal bus incendiato a Varenna

MILANO – Un lungo e affettuoso applauso di tutto il Consiglio regionale lombardo ha accolto Mauro Mascetti e Giovanni Lo Dato, ospiti questa mattina a Palazzo Pirelli nell’Aula del parlamento lombardo che ha voluto consegnare loro un riconoscimento.

Lo scorso 13 luglio Mauro Mascetti, autista e volontario della Croce Rossa comasca, e Giovanni Lo Dato, animatore dell’Oratorio di Lipomo (CO), hanno portato in salvo 24 ragazzi (tutti tra i 14 e i 17 anni) prima che prendesse fuoco il mezzo sul quale viaggiavano e che era diretto a Livigno per una vacanza in un centro estivo. Dopo essersi accorti che il bus aveva problemi, e giunti all’incirca a metà della galleria Fiumelatte presso Varenna (lunga più di due chilometri e mezzo), sono riusciti a mettere tutti ragazzi in sicurezza prima che le fiamme divampassero.

Un momento della premiazione

Non vogliono essere chiamati eroi – ha detto il presidente Alessandro Fermi, ringraziandoli e consegnando il riconoscimento a nome di tutti i consiglieri regionali- ma è palese che il loro gesto sia stato eroicoLa nostra è gratitudine e riconoscenza perché ci fanno vivere un momento bello: hanno evitato una tragedia grazie alla loro lucidità, alla loro freddezza e al loro altruismo consentendoci oggi di celebrare un atto di coraggio che rende orgogliosi tutti noiPer questo ci tenevamo a dargli un simbolico, ma sentito e sincero riconoscimento”.

Mascetti e Lo Dato – ha sottolineato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana- sono fedeli interpreti dello spirito lombardo: poche parole e molti fatti. Hanno anteposto al proprio interesse la vita degli altri e hanno affrontato la difficoltà e la paura con il coraggio che caratterizza il popolo di Lombardia che non si spaventa e ha a cuore la vita altrui”.

Consiglio regionale lombardo

Visite: 26

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *