royal-olandesi,-svolta-arcobaleno:-si-alle-nozze-gay-senza-perdere-il-trono

Royal olandesi, svolta arcobaleno: sì alle nozze gay senza perdere il trono

La Monarchia, si sa, è fatta di tradizioni e di regole che trovano radici profonde nel passato. È ciò che rende le Famiglie Reali e le loro vite affascinanti, ma è anche ciò che a volte impedisce un reale ammodernamento e non permette loro di rimanere al passo con i tempi. Nei Paese Bassi, dove il trono è destinato ad Amalia d’Olanda, le cose stanno però cambiando.

Olanda, sì alle nozze gay anche per i Reali

È stata, seppur indirettamente, proprio Amalia d’Olanda a scatenare la svolta arcobaleno per quanto riguarda le leggi di successione al trono nei Paesi Bassi. In un libro a lei dedicato, dal titolo Amalia, Duty Calls, infatti, sono state messi in luce gli anacronismi della monarchia che ha dato vita ad un proficuo dibattito parlamentare sui matrimoni reali e sui conflitti di genere.

Il primo ministro olandese Mark Rutte, rispondendo ad una interrogazione parlamentare ha così aperto ai matrimoni gay anche per i reali, che potranno quindi sposare persone dello stesso sesso senza mettere a rischio la loro posizione sulla linea dinastica. Questo significa che, qualora lo desiderasse, la Principessa Amalia d’Olanda potrà convolare a nozze con una donna senza perdere il trono.

Considerazioni, quelle di Rutte, che ovviamente non valgono solo per Amalia, ma anche per tutti i futuri eredi al trono e che, così, porta i Reali sullo stesso piano di tutti gli altri cittadini. I matrimoni gay, infatti, sono consentiti in Olanda sin dal 2001.

Amalia, l’erede al trono d’Olanda

Catharina-Amalia Beatrix Carmen Victoria è l’erede al trono del padre, il Re Guglielmo Alessandro. Giovanissima, però, è già riuscita a farsi amare dal suo popolo, rinunciando ad un cospicuo introito che avrebbe ricevuto al compimento della maggiore età.

Fra pochi mesi compirà 18 anni e le nozze, per lei, sembrerebbero essere ancora lontane. Bellissima e intelligente, attualmente è concentrata sugli studi e l’amore, per lei, non è ancora all’orizzonte. Quando però deciderà di sposarsi, dovrà ottenere l’approvazione del parlamento.

Un’approvazione che, ad oggi, non incontrerebbe nessun ostacolo: qualora lo volesse, Amalia d’Olanda, potrà sposare anche una persona del suo stesso sesso senza dover far fronte a pesanti rinunce e così sarà anche per i suoi eredi. Una decisione che mette ancora più al sicuro il suo trono, che non verrà messo in discussione neanche da ipotetiche questioni di cuore che, in passato, avrebbero suscitato grande clamore.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *