scarcerato-a-parigi-l’ex-brigatista-di-marzio:-disposto-l’obbligo-della-firma

Scarcerato a Parigi l’ex brigatista Di Marzio: disposto l’obbligo della firma

Redazione 20 luglio 2021 21:30

È stato scarcerato dalla giustizia francese l’ex brigatista italiano Maurizio Di Marzio, arrestato ieri a Parigi, in attesa di estradizione. Lo riferiscono fonti vicine al dossier. L’ex membro delle Br, 61 anni, è stato rimesso in libertà sotto controllo giudiziario, che implica il divieto di uscire dal territorio francese, con ritiro del passaporto e l’obbligo di firma in commissariato a Parigi.

Maurizio Di Marzio è l’ultimo ex terrorista per il quale l’Italia chiede l’estradizione. Per tutti gli ex terroristi rossi arrestati in Francia è stato disposto il controllo giudiziario.

Il nome di Di Marzio è legato all’attentato al dirigente dell’ufficio provinciale del collocamento di Roma Enzo Retrosi, nel 1981, nonché al tentato sequestro di Nicola Simone, vicecapo della Digos, che risale al 6 gennaio del 1982.

L’ex terrorista viveva a Parigi dove aveva gestito anche un ristorante. Era già sfuggito all’arresto a fine aprile quando la polizia francese, su richiesta dell’Italia, aveva individuato e catturato 7 ex brigatisti italiani che risiedevano in Francia. Di Marzio non era stato oggetto del provvedimento per prescrisione del reato. Con la decisione della Corte d’Assise però non ha potuto sottrarsi alla cattura. In un’intervista a Panorama l’ex Br ammetteva di aver fatto “un mare di sciocchezze e non le ripeterei, ma sono cambiato”. Inoltre ricordava di aver già scontato “sei anni di carcere, non ho mai ucciso nessuno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarcerato a Parigi l’ex brigatista Di Marzio: disposto l’obbligo della firma

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *