schermo-piatto:-la-cucina-in-tv

Schermo Piatto: la cucina in Tv

CHIETI – La cucina è una delle espressioni culturali più profonde di un Paese, influenzata dalla storia e dallo stile di vita dei suoi abitanti, in Italia una vera e propria colonna portante della Nazione antropologica italica, eterogenea e varia non solo da regione a regione ma anche da Comune a Comune. Un patrimonio da salvaguardare non solo dalla omologazione della Globalizzazione imperante nel XXI secolo, ma anche dalle informazioni non sempre corrette dei mass media, i veicoli delle informazioni nella società globale.

Pertanto, necessità che i giornalisti abbiano i giusti strumenti e le conoscenze necessarie per fare una corretta informazione nel settore enogastronomico che in Italia ha una antica tradizione da tutelare e gli utenti possano avere i giusti strumenti di analisi per non essere tratti in inganno da informazioni talvolta tendenziose e sbagliate. 

A tal proposito, la delegazione di Chieti dell’Accademia Italiana della Cucina ha tenuto in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti e la Prefettura di Chieti un convegno sulla spettacolarizzazione della cucina in televisione intitolato “Schermo piatto: la cucina in TV” nel pomeriggio di martedì 15 novembre 2022 presso la sala di rappresentanza della Prefettura di Chieti in Corso Marrucino. 

Al convegno,  coordinato da Maurizio Adezio, Direttore Centro Studi Territoriale AIC, aperto dai saluti di Nicola D’Auria, delegato di Chieti dell’Accademia Italiana della Cucina, del Prefetto di Chieti, sua Eccellenza Armando Forgione e del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti Stefano Pallotta, si sono alternati interessanti interventi impreziositi da quelli del Giornalista Franco Siddi, Presidente Osservatorio “TuttiMedia”, già segretario nazionale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI), sulla “Fenomenologia della cucina in televisione tra documentari, informazione e cooking show”, del Giornalista Vincenzo Morgante Direttore TV 2000, emittente della Conferenza Episcopale Italiana, sul “menù nel telecomando. Una proposta di buona cucina per tutti e una TV consapevole”. Altri interessanti interventi che hanno rappresentato la ciliegina sulla torta di un convegno di alto respiro, sono stati quelli di Daniele Imperiale, Consigliere dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo sulla vena mangereccia degli abruzzesi “Una regione sempre a tavola: il caso Abruzzo”, quello dell’Accademico Leonardo Seghetti componente del Centro Studi “Franco Marenghi” sull’influenza della TV sui gusti culinari “Mangia come la TV comanda”.

Infine, ci sono state le conclusioni di Mimmo D’Alessio, Vice Presidente Vicario dell’Accademia Italiana della Cucina.

Related Posts