sconto-di-pena-per-caravita-jr:-5-anni-e-4-mesi-per-il-tentato-omicidio

Sconto di pena per Caravita jr: 5 anni e 4 mesi per il tentato omicidio

Una pena ridotta a cinque anni e quattro mesi per Alessandro Caravita, in vista dell’affidamento in prova ai servizi sociali. Il 21enne figlio del capo degli ultrà interisti Franco Caravita è riuscito a ottenere uno sconto di pena: era stato condannato infatti a sei anni in primo grado per tentato omicidio, dopo che aveva accoltellato un giovane di 24 anni in seguito a una rissa in corso Garibaldi il 6 giugno del 2020.

Lo sconto è il risultato del concordato davanti al giudice dell’appello, discusso dall’avvocato Mirko Perlino, che difende Caravita, e con l’accordo del sostituto procuratore generale. Il legale ha rinunciato all’appello riuscendo a garantire al suo assistito (che attualmente si trova ai domiciliari) la riduzione di otto mesi della pena. 

Nel processo di primo grado la procura aveva chiesto una condanna a 4 anni e 8 mesi. Nel novembre scorso il gip di Milano Guido Salvini aveva rigettato la proposta di patteggiamento a 4 anni e 10 mesi. Il giudice Roberto Crepaldi poi lo aveva poi condannato (in abbreviato) a 6 anni, giudicando il reato molto grave: la vittima era stata colpita sei volte con ferite penetranti, quattro all’emitorace sinistro (e quindi vicine al cuore), una al braccio, una all’inguine.

Il padre in un’intervista aveva dichiarato: “Mio figlio ha reagito male e purtroppo si è rovinato la vita da solo. Le conseguenze le sta pagando tutta la famiglia. Spero che mio figlio abbia capito che, anche a difendersi, a volte si sbaglia”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *