se-“il”-presidente-donna-incontra-“la”-presidente-donna

Se “il” presidente donna incontra “la” presidente donna

È stato un tormentone di inizio legislatura. Donna Giorgia vuole essere chiamata, o forse è il caso di dire chiamato, “il” presidente del consiglio, oppure “il” premier o “il” capo del governo. Che tormentone, direte voi. Con i problemi che ci sono, il livello di discussione è questo? Non avete tutti i torti, e in effetti si aspettano i provvedimenti sulle bollette.

Ad ogni modo, per chiedere ufficialmente di chiamarla, o chiamarlo, fate voi, “il” presidente del consiglio, è arrivata financo una circolare ufficiale (la risposta alle vostre domande è ‘no’, evidentemente non c’erano cose più urgenti da fare).

Dal ‘signor presidente’, a ‘il presidente’, a ‘Giorgia’

“Per opportuna informazione si comunica che l’appellativo da utilizzare per il presidente del Consiglio dei Ministri è: ‘Il Signor Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Giorgia Meloni'”, si leggeva nel testo diramato ai ministeri una settimana fa e firmato da Carlo Deodato, nuovo segretario generale della presidenza del consiglio.

Poi l’idea di chiamare ‘signor’ una signora è sembrato troppo, e c’è stata una parziale retromarcia, con la precisazione, nella stessa serata, che andava bene dire “il presidente del consiglio” e non “il signor presidente”. Infine è intervenuta la stessa, o lo stesso, Meloni: “Chiamatemi come volete, anche Giorgia”.

Fino al patatrac diplomatico di ieri sera. “Il Presidente Giorgia Meloni ha incontrato a Bruxelles la Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il Presidente del Consiglio europeo Charles Michel”, è scritto sui canali social ufficiali di Palazzo Chigi.

Tagliamo la testa al toro

Ma come! Se chiamare “la” presidente del consiglio una donna è uno spregio, perché comportarsi così con i massimi vertici delle istituzioni europee? Qualcosa non quadra. Attendiamo fiduciosi le scuse ufficiali del governo. Quanto a Meloni, magari, tagliamo la testa al toro: chiamiamolo direttamente Giorgio. No?

Related Posts