sesto,-donna-picchiata-dal-marito-in-via-carducci:-interviene-la-polizia

Sesto, donna picchiata dal marito in via Carducci: interviene la Polizia

Secondo caso di violenza sulle donne in pochi giorni a Sesto San Giovanni. Dopo quello riguardante una 44enne che per due anni ha subito vessazioni e maltrattamenti dal compagno, ora un altro sgradevole accaduto interessa le cronache locali. Ieri sera in un appartamento situato in un palazzo di via Carducci una donna è stata picchiata dal marito. Urla strazianti di dolore, udibili anche a distanza, provenivano dall’abitazione. È stato un cittadino residente nella zona ad informare la Polizia di quanto stava avvenendo. Due volanti, intorno alle 23, si sono recate sul posto per allontanare l’uomo che è stato accompagnato in commissariato. Non avendo avuto ulteriori informazioni da parte delle forze dell’ordine in merito all’episodio, affidiamo il resto del racconto al sestese (ci ha scritto in redazione) che ha permesso alla Polizia di intervenire tempestivamente. Ecco la sua testimonianza: “Per 10/15 minuti abbiamo sentito le grida di una donna che veniva maltrattata dal marito. È stato terribile. Ho notato che la famiglia parlava in lingua araba, non saprei indicarne però la nazionalità. Questo è un altro caso di violenza sulle donne. Ha provocato in me dispiacere il fatto di non aver visto arrivare nessun supporto medico per questa donna, né fisico né psicologico. Scommetto che tutto finirà in una bolla di sapone. Farà denuncia qualche familiare? Non penso. Sono rimasto sorpreso dall’omertà dimostrata da gran parte del vicinato. Pochissime persone si sono affacciate alle finestre o ai balconi per chiamare la Polizia. Quando gli agenti sono arrivati sul posto ho visto molta gente che rientrava in casa per paura. Ad un certo punto le urla della donna erano così forti che ho cominciato a strillare pure io. “Basta, basta”, ho detto mentre ero al telefono con la Polizia. Spero che il carnefice paghi per le sue azioni”.

Visite: 192

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *