spaghetti-poveri-risottati:-pochi-ingredienti-per-un-piatto-squisito-e-leggero

Spaghetti poveri risottati: pochi ingredienti per un piatto squisito e leggero

voglia di un piatto semplice e leggero? ecco il primo che fa per te: spaghetti poveri risottati... veloci e gustosi!
voglia di un piatto semplice e leggero? ecco il primo che fa per te: spaghetti poveri risottati… veloci e gustosi!

Oggi vediamo insieme come fare gli spaghetti risottati.

Questo piatto è semplice e senza tante pretese, ma buono, appagante e si prepara in una ventina di minuti senza difficoltà. E’ l’ideale per una spaghettata tra amici, per sopperire ad improvvisi attacchi di fame e quando non si ha voglia di fare qualcosa di più elaborato, esattamente come l’aglio, olio e peperoncino di cui è sostanzialmente una variante. La cottura avviene per metà in acqua e per metà in padella aiutandosi con l’acqua della pasta: da qui il termine risottati, per analogia con quando si tira un risotto aggiungendo a poco a poco il brodo. 

voglia di un piatto semplice e leggero? ecco il primo che fa per te: spaghetti poveri risottati... veloci e gustosi!

Spaghetti risottati

Chef: Piero Benigni

Voglia di un piatto semplice e leggero? Ecco il primo che fa per te: spaghetti poveri risottati… veloci e gustosi!

Preparazione 10 min

Cottura 10 min

Tempo totale 20 min

Portata Primi Piatti

Cucina Italiana

Porzioni 2 Persone

Calorie 180 kcal

Cosa occorre per fare gli spaghetti poveri risottati

  • 160 g spaghetti
  • 5 spicchi aglio
  • 200 g pomodori
  • 10 olive
  • q.b. prezzemolo
  • q.b. peperoncino
  • 30 g pecorino o parmigiano
  • 3 cucchiai olio di oliva

Come fare gli spaghetti poveri risottati

  • Iniziate mettendo sul fuoco l’acqua della pasta, che dovrà essere poco più di un litro e salatela poco.

  • Proseguite col grattare il formaggio, che potrà essere pecorino, parmigiano o un mix dei due.

  • Tritate i pomodori e le olive nere dopo averle denocciolate se necessario. Tritate un bel ciuffo di prezzemolo.

Preparare il condimento

  • Mondate l’aglio togliendo il germoglio centrale e tritatelo a pezzetti non troppo minuti, poi mettetelo a soffriggere con 3 cucchiai d’olio nella padella. Meglio se questa sarà a bordi alti, perché qui sarà fatta metà della cottura, aggiungendo acqua della pasta, rimestando e saltando.

  • Appena l’aglio sarà ben rosolato, toglietelo e tenetelo pronto per quando servirà, lasciando l’olio in padella.

  • Rimettete la padella sul fuoco e aggiungete la metà dei pomodori a pezzi, le olive tritate, il peperoncino che volete e metà prezzemolo.

  • Se ami la pasta risottata, prova anche la pasta risottata Bimby e le penne risottate.

Cuocere gli spaghetti

  • Appena l’acqua bolle, buttate la pasta.

  • Fate andare la padella a fuoco allegro per 5 minuti, fino a che i pomodori non saranno ben appassiti, poi aggiungete la pasta che dovrà essere ancora molto molto al dente, conservandone l’acqua di cottura.

  • Unite anche i restanti pomodori a pezzi.

  • Proseguite la cottura in padella aggiungendo, man mano che sarà necessario, l’acqua della pasta col mestolo metà pieno, poi rimestando e saltando quasi di continuo per creare un fondo cremoso.

  • Quando la pasta sarà al giusto punto di cottura al dente, controllate di sale, spengete e aggiungete 2/3 del formaggio. Rimestate per farlo sciogliere, poi spolverate con i restanti formaggio e prezzemolo e con l’aglio fritto. Servite senza indugio con pepe a disposizione.

Conservazione

  • Questi spaghetti basano la loro bontà sulla freschezza e velocità di preparazione: se dovessero avanzare si conservano per 2 o 3 giorni in frigorifero dentro un contenitore chiuso, ma perdono ovviamente sapore e profumo e consiglio di usarli in altro modo, per esempio in frittata o ripassati ben bene in padella fino a rosolarli. Con le stesse premesse sono congelabili e durano 3 mesi nel freezer.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *