speciale-tenuta-casenuove-–-james-magazine

SPECIALE TENUTA CASENUOVE – James Magazine

Tenuta Casenuove, situata nei pressi di Panzano in Chianti e nel cuore del Chianti Classico, si estende su una superficie di 120 ettari, di cui 30 vitati, in un susseguirsi suggestivo di colline e vallate. Philippe Austruy imprenditore, appassionato di arte, architettura e vini, acquista la tenuta nel 2015 e, sedotto dal luogo, avvia i lavori per ristrutturarla, restaurare i muretti a secco e i terrazzamenti per riportare Tenuta Casenuove agli antichi fasti. Così come per il restauro delle vigne, anche nella ricostruzione della villa l’approccio è stato quello di un recupero conservativo, restituendo valore agli aspetti edilizi architettonici. Dopo cinque anni di lavori Casenuove ritrova così il suo antico splendore e a creare un legame tra la Tenuta e il paesaggio circostante sono il viale degli ulivi che porta all’ingresso e il colorato e profumato giardino dei limoni.

I vigneti si trovano su terreni dalla composizione prevalentemente scistoso-calcarea e ben drenanti, presupposti per una viticoltura di qualità̀, con un’esposizione a Sud/Sud-Ovest. Nel 2016 inizia la prima fase dell’opera di restauro dei vigneti con il re-impianto di un ettaro e mezzo di Cabernet Franc, un ettaro e mezzo di Cabernet Sauvignon e due ettari di Sangiovese, rendendo quest’ultima la varietà̀ principale per superficie vitata presente in azienda. La seconda fase di ristrutturazione si è focalizzata sullo studio pedologico dei suoli e del potenziale viticolo, ricercando cloni e vitigni autoctoni, così nel 2018 sono state impiantate varietà̀ quali Canaiolo, Colorino e Ciliegiolo, storicamente riconosciute come vitigni complementari del Chianti Classico. Il rispetto per il territorio ha portato al passaggio a una produzione biologica nel 2018, sotto la guida di Alessandro Fonseca e portata avanti dalla responsabile di cantina ed esperta di produzione sostenibile, Maria Sole Zoli. Tenuta Casenuove è entrata così a far parte dell’Unione Viticoltori di Panzano, il primo bio-distretto vitivinicolo d’Italia.

Anche in tutte le altre fasi di produzione, ritroviamo la stessa cura per il dettaglio e ricerca della qualità̀ senza compromessi. La vendemmia viene eseguita esclusivamente a mano e, al suo arrivo in cantina, l’uva selezionata fermenta in vasche di cemento dove fermentazione e macerazione vengono assistite da rimontaggi e follature. Il vino viene in seguito conservato in vasche di cemento o acciaio in attesa del trasferimento in bottaia per l’affinamento, che dura dai dieci ai venti mesi a seconda della sua destinazione finale. Un’altra opera messa in atto in nome dell’innovazione e della volontà̀ di esaltare le caratteristiche naturali del territorio è il progetto “Le Terrazze”. Nato da un’idea di Cosimo Casini, enologo dell’azienda, questo progetto consiste nel restauro dei terrazzamenti semi-abbandonati che scendono lungo la collina verso il fiume Pesa. Seguendo i principi di questa vera e propria “arte” (dal 2018 inserita nel Patrimonio culturale immateriale dell’umanità̀ dall’UNESCO), sono stati piantati vitigni autoctoni coltivati ad alberello lamolese, tipico e tradizionale del luogo.  L’arte è da sempre il filo conduttore di tutti i progetti vitivinicoli di Philippe Austruy, alla continua ricerca di luoghi con patrimoni nascosti a cui restituire nuova vita. La collaborazione con Galleria Continua nasce con l’intento di narrare un luogo in continuo fermento: per questo Casenuove inaugura a Panzano “Il Vino dell’Arte”, uno spazio espositivo che fonde l’amore per il vino con quello per l’arte. Un unico ambiente per la degustazione dei vini e, al tempo stesso, una galleria d’arte affacciata sulle colline di Panzano. Questo progetto incarna lo spirito che anima la rinascita di Tenuta Casenuove.

James’ Tasting

Chianti Classico 2019

80% Sangiovese, 15% Merlot, 5% Cabernet Sauvignon

Vendemmia manuale e fermentazione suddivisa per varietà̀, in vasche di cemento.  L’affinamento: avviene in vasche di cemento, botti da 25 hl, e tonneau da 5 hl per 6/10 mesi. Vino dal colore rosso rubino intenso, all’olfatto profumi di lamponi, ciliegie, visciola, bouquet floreale di violetta, con suadenti note speziate dolci. Al palato ha una piacevole morbidezza, una bella freschezza, tannini setosi e chiude su un finale sapido.

James’ Tasting

Chianti Classico Riserva 2018

100% Sangiovese

La fermentazione avviene in vasche di cemento e il seguente affinamento in botti da 25 hl di rovere francese e austriaco, e tonneau da 5 hl. Si presenta dal colore rosso rubino consistente, regala all’olfatto splendide tonalità di fruttate di sottobosco, ben ampliata da note, accenni speziati ed eterei, cuoio, liquirizia e tabacco. Al palato è austero con tannini vellutati, un corpo seducente, di buona struttura e un finale pienamente fruttato di appagante lunghezza.

tenuta-casenuove.com

Champagne Expert. Nato in una “raggiante” Catania degli anni ’60, appassionato di James Bond e dello Champagne.

Related Posts