the-cabinet-of-wonders,-l’installazione-del-collettivo-the-curators-milan

The Cabinet of Wonders, l’installazione del collettivo The Curators Milan

Le vetrine di Big Apple Design in Piazza Mentana ospitano The Cabinet of Wonders, la mostra curata dal collettivo di artisti The Curators Milan in collaborazione con FBS profilati, parte del progetto REWILD, un collaborativo senza fini di lucro, che intende far riflettere sui temi legati all’emergenza ambientale attraverso l’arte e le nuove tecnologie.

The Cabinet of Wonders

Memorie organiche, artefatti dell’Antropocene e altre meraviglie naturali come le diatomee sono presentate in forma olografica. Così appaiono ritratti digitali su schermo nero, per ricordarci che nulla di ciò che ci circonda può essere dato per scontato.

The Cabinet of Wonders

Ma anche un teschio che roteando su se stesso riavvolge il nastro di una storia finita, rivelando l’immenso tesoro che custodisce al suo interno; una “camera delle meraviglie” destinata alla raccolta e alla conservazione di cimeli di biodiversità sopravvissuti alle sconsiderate azioni dell’uomo.

The Cabinet of Wonders

È anche presente un totem, uno scuro monolite impreziosito da fasce di alluminio dorate alte tre metri, e da una teca animata dallo stesso movimento di nastri opulenti. Sembra un teepee, a memoria di un tempo e di una civiltà in cui uomo e natura erano ancora in grado di comunicare; o forse è più simile a un altare sacrificale, dove bruciare l’illusione di una prosperità priva di conseguenze.

L’allestimento pensato da Gio Tirotto vuole infatti riflettere su questo cruciale momento di transizione per la storia dell’umanità. È così che un prodotto versatile e poli-funzionale come l’Alutape FBS nasce dal bisogno di raccontare, attraverso un materiale umile ed ecologico come l’alluminio, il puerile bisogno di crogiolarsi nelle apparenze. Il nastro d’alluminio, nella cromia dorata, sentenzia i nefasti effetti della vanità dell’uomo che oltraggia la Natura.

L’esposizione è visitabile fino al 21 marzo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *