tirreno-adriatico-2021,-antipasto-di-giro-d’italia-per-vincenzo-nibali

Tirreno-Adriatico 2021, antipasto di Giro d’Italia per Vincenzo Nibali

La Tirreno-Adriatico 2021 sta finalmente per cominciare. La cinquantaseiesima edizione, da sempre competizione di preparazione alla Milano-Sanremo e una delle più importanti dei primi mesi della stagione ciclistica, prenderà il via da Lido di Camaiore il prossimo 10 marzo, attraversando Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e Marche. Come sempre, la Corsa dei Due Mari prevede una startlist davvero interessante: si daranno battaglia alcuni dei maggiori protagonisti degli ultimi anni di corse a tappe come Tadej Pogacar, Egan Bernal, Simon Yates, Mikel Landa e Jakub Fuglsang, assieme a grandi corridori da corse di un giorno rappresentati da Peter Sagan, Wout van Aert, Mathieu van der Poel, il nostro Filippo Ganna e il campione del mondo Julian Alaphilippe. Tra di loro c’è anche il nostro Vincenzo Nibali, che ha bei ricordi di questa corsa con le vittorie nel 2012 e nel 2013.

L’alfiere della Trek-Segafredo arriva alla Tirreno-Adriatico con la solita voglia di far bene, come dichiarò un mese fa alla presentazione del percorso: “La Tirreno-Adriatico è un must del mio calendario di inizio anno, una banco di prova a cui difficilmente ho saputo rinunciare. È stata una gara che mi ha dato grandi soddisfazioni, come nel 2012 e 2013, ma è anche servita per darmi la scossa per il prosieguo della stagione. E poi, c’è una cornice unica come il centro Italia, che ben conosco. Dalla Toscana, dove mi sono consacrato come giovane corridore, alle Marche, un territorio stupendo che ho imparato ad amare recentemente, senza dimenticare regioni come Umbria, Abruzzo o Lazio. Anche quest’anno, sarò più che felice di essere al via“. 

La domanda che gravita nella testa degli appassionati riferendosi allo ‘Squalo dello Stretto’ è una: in quale modo approccerà la corsa in partenza mercoledì. Al Gp Industria&Artigianato di ieri pomeriggio il siciliano ha messo in campo una buona condizione, tentando anche uno scatto nei momenti decisivi della corsa poi conclusa al decimo posto. L’obiettivo per Vincenzo sarà quello di arrivare nella miglior condizione possibile ai grandi appuntamenti del 2021: il pensiero va sicuramente alle Olimpiadi di quest’estate a Tokyo, per vendicare quella tragica caduta di cinque anni fa quando sembrava ormai uno dei favoriti a giocarsi l’oro. Ma non si può non parlare anche del prossimo Giro d’Italia dell’8 maggio, a cui si presenterà per ottenere il miglior risultato possibile. Questa Tirreno-Adriatico ci potrà dire qualcosa sul Nibali dei prossimi mesi.

Foto: Lapresse

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *