tokyo-2020,-i-demoni-che-hanno-costretto-simone-biles-al-ritiro:-“soffro-di-twisties”

Tokyo 2020, i demoni che hanno costretto Simone Biles al ritiro: “Soffro di twisties”

Anche i campioni crollano e quando questo accade il rumore è certamente più forte di quello degli altri. Simone Biles, la campionessa made in USA della ginnastica artistica, si è ritirata. Per lei le Olimpiadi di Tokyo sono finite. Nella giornata di ieri il comunicato ufficiale della federazione e anche le parole della ginnasta che ha toccato un tema sempre poco considerato nel mondo dello sport ovvero quello della salute mentale.

“Devo concentrarmi sul mio stato mentale e non mettere a repentaglio la mia salute e il mio benessere. Non ho più fiducia in me stessa come prima. Non so se è una questione di età. Sono un po’ più nervosa adesso quando salgo in pedana. Sento che non mi sto divertendo più come prima. So che questi sono i Giochi, volevo farli ma in realtà sto partecipando per altri, più che per me. Mi fa male nel profondo che fare ciò che amo mi sia stato portato via. Non appena salgo in pedana siamo solo io e la mia testa… e lì ci sono démoni con cui devo confrontarmi”.

I demoni di Simone Biles hanno un nome:

I demoni nella testa della Biles hanno un nome: “Soffro di twisties. Come riporta Sky Sport, i twisties vengono descritti come una improvvisa dissoluzione del senso dello spazio, come se si galleggiasse nel vuoto, una perdita di consapevolezza della propria presenza, che colpisce gli atleti durante una prova sportiva. Una condizione assai pericolosa per una ginnasta, che, se colpita da questa condizione durante un esercizio, potrebbe seriamente mettere a repentaglio la propria vita. Simone Biles, cinque volte medaglia olimpica a Rio, ha parlato della pressione che ha subito per mesi, scrivendo sui social che è stato “come sentirsi il peso di tutto il mondo sulle spalle”.

Tantissimi i messaggi di supporto per la Biles da atleti e personalità di tutto il mondo ai quali la ginnasta ha così risposto con un messaggio sui social: “L’amore e il sostegno che ho ricevuto mi hanno fatto capire che io valgo più dei miei successi e della mia ginnastica , una cosa a cui non avevo mai creduto prima”.

QUI PER LE ALTRE NEWS

Letture: 198

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *