torna-wired-next-fest,-il-terzo-appuntamento-e-a-tema:-«next-generation»

Torna Wired Next Fest, il terzo appuntamento è a tema: «Next Generation»

Continua con l’appuntamento del 16 giugno la nuova edizione del Wired Next Fest realizzato, come per le passate edizioni, in collaborazione con Audi. All’interno di un calendario che si articola in 5 appuntamenti tematici nell’arco di 6 mesi, la parola chiave, il fil rouge, che unisce tutti gli incontri è Equilibri: tanti, diversi e dinamici per affrontare la realtà in continuo cambiamento di un mondo alle prese con gli effetti della pandemia.

Si è iniziato il 14 aprile con un appuntamento dedicato all’intrattenimento e allo storytelling, racchiuso nella parola Play. Si è poi continuato il 12 maggio con l’appuntamento a tema Social Innovation che ha registrato oltre 30.000 visite al minisito, 24.100 video views, 385.000 social reach e 636.000 social impressions.

La locandina dell’evento

Il 16 giugno si parlerà invece di Next Generation, ovvero della generazione che si appresta a diventare protagonista del presente. Qual è la fascia di età che legge di più in Italia? Quella sotto i 18 anni. Secondo l’Istat la quota più alta di lettori è quella dei giovani: tra i 15 e i 17 anni è pari al 54,5%, in crescita peraltro rispetto al 47,1% del 2016. Questo è solo uno dei luoghi comuni che accompagnano i giovani, i quali, anche in vista dell’applicazione dell’ambizioso piano del Next Generation EU, devono essere sempre più al centro del dibattito e dell’agenda politica e parte attiva nel processo decisionale di quelle scelte che avranno un impatto sul loro futuro e sul nostro pianeta. Un evento per raccontare come una generazione dalle tante identità – spesso criticata a sproposito – si prepara a prendere in mano la società attraverso valori e approcci all’innovazione nuovi.

Il terzo appuntamento del 16 giugno sarà dedicato alle (tante) Next Generation (qui tutto il programma). La giornata avrà tre momenti dedicati alla musica dal vivo. Ad esibirsi sul palco del teatro Gerolamo saranno i Fast Animals and Slow Kids, band di alternative rock italiana che a fine aprile ha pubblicato “Cosa ci direbbe”, nuovo singolo realizzato in collaborazione con il cantautore e rapper Willie Peyote, anche lui ospite della giornata. Prevista anche l’esibizione di Alfa, nome d’arte di Andrea De Filippi, che dopo aver ottenuto milioni di visualizzazioni su YouTube e di ascolti su Spotify, il 14 maggio ha pubblicato il suo primo album “Nord”. Sul palco anche i rovere, band bolognese protagonista della scena indie italiana, che nel maggio scorso ha pubblicato il video del singolo “bim bum bam”.

Gli altri protagonisti della giornata (qui tutti gli ospiti) saranno:

Fabiana Dadone, ministra per le Politiche giovanili, Francesco Paulo Marconi, Responsabile Ricerca e Sviluppo del Wall Street Journal, ricercatore affiliato del MIT Media Lab e Fellow alla Columbia University Tow Center, esperto di tecnologie, automazione, intelligenza artificiale, Pietro Minto, giornalista, curatore della newsletter “Link molto belli”, in libreria con “Come annoiarsi meglio”, la giornalista bielorussa Hanna Liubakova, che interverrà sulla situazione politica nel paese a mesi dalle proteste di piazza e dopo l’arresto di Roman Protasevich, Veronica Barassi, antropologa digitale, professoressa alla Goldsmiths di Londra e autrice di “Child Data Citizen: How Tech-Companies are Profiling Us From Before Birth (2020, MIT Press), Elena Marinoni, Senior researcher di Nextatlas, piattaforma che utilizza l’intelligenza artificiale per il monitoraggio predittivo delle tendenze emergenti, Clarissa Ciano, giovane autrice di Centennial, un progetto giornalistico che racconta l’attivismo della Generazione Z, che si mette in gioco per portare avanti una nuova visione di futuro; il cantautore Luca Gaudiano, vincitore di Sanremo Giovani 2021 e Ambasciatore Fondazione AIRC, Matteo Massara, ricercatore AIRC, Université de Lausanne, dove si occupa di studiare e capire come sfruttare il sistema immunitario come terapia contro i tumori e le metastasi, Francesca Spinelli, giornalista internazionale e traduttrice di Amanda Gorman, poetessa afroamericana, 22 anni, che ha recitato il suo componimento “La collina su cui saliamo” al giuramento del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, Mattia Insolia, giornalista e scrittore, autore di “Gli affamati”, Viola Di Grado, scrittrice e orientalista, la più giovane vincitrice del Premio Campiello Opera Prima, la scrittrice Claudia Petrucci, autrice di “L’esercizio”, lo scrittore e poeta Giorgio Ghiotti, Michele Crisostomo, Presidente del Gruppo Enel, Adriana Versino, Consigliere Delegato di Fondazione Vodafone Italia e responsabile della sostenibilità di Vodafone Italia, Giorgio “Pow3r” Calandrelli, e-sport pro player, Lorenzo Fredianelli, Director Digital Payments and Labs, Mastercard, Klaus, content creator e produttore musicale.

La location scelta per tutti gli appuntamenti dell’edizione 2021 di Wired Next Fest è il teatro Gerolamo di Milano. I teatri, come gran parte dei luoghi di cultura, sono stati colpiti più di altri dalla pandemia, rimanendo chiusi. Wired Italia ha quindi deciso di “riaprire” uno di questi luoghi.

Tutti gli appuntamenti verranno trasmessi e diffusi sui canali social di Wired Italia (Facebook, Instagram, YouTube, TikTok) e su Next.Wired.it, il portale di Wired dedicato ai suoi eventi. Next.Wired.it è un sito video based che mette al centro le persone protagoniste del cambiamento e il racconto della loro idea di futuro e innovazione, oltre che tutte le info di servizio e i contenuti dei partner. Un portale sviluppato con l’obiettivo di estendere la visibilità e la durata del Wired Next Fest nel corso di tutto l’anno, facendo dell’evento una vera e propria media platform.

L’appuntamento del 16 giugno, con il patrocinio del Comune di Milano, è reso possibile anche grazie al supporto di alcuni partner:

Main partner: E-Distribuzione, Mastercard, Nexi, Vodafone;

Content Partner: Fondazione AIRC;

Production: PianoB;

Technical partner: Plesh;

Collectible Design Guest: Galleria Rossana Orlandi;

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *