totti-e-noemi-bocchi-stupiscono-tutti-con-il-primo-red-carpet

Totti e Noemi Bocchi stupiscono tutti con il primo red carpet

Debutto ufficiale per Francesco Totti e Noemi Bocchi con il primo red carpet: hanno scelto Dubai e ovviamente il mondo del calcio

Totti noemi Dubai

Francesco Totti e Noemi Bocchi hanno stupito tutti con il loro primo red carpet. Hanno scelto Dubai per la loro prima apparizione pubblica, hanno scelto ovviamente il mondo di Francesco Totti, il mondo del calcio. Stretta al braccio di Totti la sua compagna è apparsa del tutto a suo agio ai Globe Soccer Awards 2022. Un red carpet destinato a fare chiacchierare a lungo perché questo è il loro debutto. Che Francesco Totti e Noemi Bocchi avessero intenzioni serie e grandi progetti l’avevano capito tutti ma la loro presenza alla cerimonia di premiazione ha lasciato tutti senza parole. E’ la prima uscita ufficiale a un evento e vedere l’ex capitano della Roma con un’altra donna al posto di Ilary Blasi è davvero strano, lo pensano tutti ma sul tappeto rosso la coppia non ha avuto alcuna esitazione.

Francesco Totti e Ilary Blasi che eleganza sul red carpet a Dubai

Sorrisi e dichiarazioni ma ovviamente ha parlato solo Totti e solo di calcio. Nessun riferimento al gossip, ad Ilary Blasi, alla nuova vita. Lui ha scherzato con i fotografi, lei è apparsa per niente preoccupata che il suo abito potesse non restare al suo posto. Il nero è il suo colore preferito, difficile vedere Noemi Bocchi con un altro colore, alla premiazione dei Globe Soccer Awards 2022 era d’obbligo.

E’ il debutto per Totti con la sua nuova compagna ma è un vero debutto soprattutto per Noemi Bocchi. “Incontrare personaggi di questo spessore, ex giocatori ed allenatori, è sempre un piacere” ha commentato l’ex calciatore a Sky che ha poi espresso il suo parere sul Mondiale senza l’Italia: “È come andare a Roma e non vedere il Colosseo. È inusuale, per noi italiani è negativo. Ma purtroppo sono cose che capitano nel calcio, vanno prese nel verso giusto. Vedremo un Mondiale diverso…”. Una battuta anche sulla sua Roma: “È come andare a Roma e non vedere il Colosseo. È inusuale, per noi italiani è negativo. Ma purtroppo sono cose che capitano nel calcio, vanno prese nel verso giusto. Vedremo un Mondiale diverso. Le favorite sono sempre le solite Francia, Brasile, Argentina, Spagna, Germania, ma non una in particolare. Può succedere di tutto, giocando a novembre-dicembre è diverso perché non sai come arrivi diversamente”.

Related Posts