travolto-e-ucciso-sulla-statale-per-malpensa:-cercava-l

Travolto e ucciso sulla statale per Malpensa: cercava l

Stava camminando lungo la superstrada 336 che collega l’autostrada A8 all’aeroporto di Malpensa, all’altezza dello svincolo di Gallarate (nel Varesotto) poco dopo le cinque del mattino quando è stato travolto da un’auto ed è morto sul colpo: si chiamava Francesco Meazza ed era residente a Origgio (sempre in provincia di Varese) il 25enne che ha perso la vita nell’incidente stradale avvenuto oggi, domenica 6 novembre, all’alba.

Le forze dell’ordine stanno indagando per appurare l’esatta dinamica dell’accaduto, ma in base alle prime ricostruzioni sembra che il giovane sia finito sulla superstrada – dove è ovviamente vietato il transito dei pedoni – mentre cercava di ritrovare la propria auto al termine di una serata trascorsa con gli amici in una discoteca della zona, dove sarebbe rimasto fino alle 4.30 circa.

Dato il buio, i due passeggeri dell’auto che l’ha investito – a loro volta poco più che ventenni – non l’hanno visto e si è verificato il fatale impatto. Sono stati gli stessi investitori ad allertare i soccorsi, ma per il 25enne non c’era purtroppo più nulla da fare.

“Stamattina sono passata di lì poco dopo l’incidente e ho visto il corpo di quel povero ragazzo al centro della corsia, coperto da un telo dorato – è il racconto affidato ai social da un’utente – Sul posto c’erano gli agenti della Polizia stradale, che avevano espressioni incredule e addolorate. Sono episodi che non si dovrebbero mai verificare”.

Tanti dedicano un pensiero anche ai “due ragazzi che, senza colpe, l’hanno investito. Questa tragedia li perseguiterà per tutta la vita”.

Related Posts