trigliceridi-alti:-cause-e-cosa-puo-comportare-l’ipertrigliceridemia.

Trigliceridi alti: cause e cosa può comportare l’ipertrigliceridemia .

Trigliceridi alti: da cosa sono causati e cosa causano tali valori elevati? Quali comportamenti adottare in caso di ipertrigliceridemia?

I trigliceridi sono costituiti dall’unione tra una molecola di glicerolo e tre acidi grassi, come già illustrato nell’articolo:

Trigliceridi: cosa sono, valori alti e bassi e dieta.

I valori dei trigliceridi sono misurabili grazie a un prelievo ematico. Essi sono considerabili elevati in caso di valori compresi tra 200 e 499 mg/dl, invece nel caso in cui superassero i 500 mg/dl sono considerabili molto alti.

Tali valori alti rappresentano un importante fattore di rischio per varie malattie, come ad esempio ictus, coronaropatie, aterosclerosi e problemi cardiaci.

Quali comportamenti assumere in caso di valori alti per poterli ridurre?

  • Evitare assunzione di alcool;
  • Miglioramento del peso corporeo;
  • Migliorare la propria alimentazione;
  • Ridurre le calorie assunte;
  • Ridurre l’assunzione di zuccheri;
  • Limitare l’assunzione di grassi saturi e grassi idrogenati.

 

L’articolo Trigliceridi alti: cause e cosa può comportare l’ipertrigliceridemia . proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *