tutto-cio-che-avremmo-sempre-voluto-sapere-per-realizzare-una-pasta-frolla-perfetta

Tutto ciò che avremmo sempre voluto sapere per realizzare una pasta frolla perfetta

Fragrante ma anche piacevolmente morbida sin dal primo morso. Gettonatissima per le basi dei dolci. Amatissima con le creme, la frutta, la panna e la Nutella. Insomma, la verità è che la pasta frolla non ha bisogno di tante presentazioni.

Questa preparazione è davvero un asso nella manica per chi bazzica tra i fornelli. Una volta preparata, infatti, la pasta frolla può essere tranquillamente congelata e utilizzata per ogni occasione.

Nonostante le numerose versioni che si trovano sui libri di cucina e sul web, la ricetta è sempre molto semplice da preparare.

Smartwatch

Tuttavia, per avere una pasta frolla davvero sempre perfetta, sarà necessario conoscere qualche piccola tecnica di pasticceria per mettere in tavola un capolavoro in breve tempo.

Tutto ciò che avremmo sempre voluto sapere per realizzare una pasta frolla perfetta 4

Innanzitutto, prima di cimentarsi nella creazione della frolla, vanno analizzati i suoi ingredienti.


Generalmente la farina, lo zucchero e le uova sono i principali indiziati.

La farina, ad esempio, influisce molto sulla “croccantezza” finale dell’impasto. Dunque, sicuramente sarà utile sapere che l’utilizzo di una farina cosiddetta debole, (la 00 con forza W 150 – 180) produrrà maggiore friabilità.


Per avere, invece, una pasta più resistente è consigliata una farina forte, ovvero la 0 ad esempio.

Lo zucchero

Possiamo anche parlare di zuccheri al plurale, giacché per questa preparazione si può scegliere tra zucchero semolato, di canna, la stavia, il fruttosio e via dicendo.

Il più gettonato è lo zucchero semolato perché assorbe i liquidi e regala croccantezza all’impasto. Mentre, invece, lo zucchero a velo è adatto per creare una pasta frolla da biscotti, poiché rende più friabile l’impasto.


Tuttavia, la regola generale dice che aumentando o diminuendo la quantità di zucchero si otterrà una pasta frolla più o meno croccante.

Le uova

Per le crostate meglio utilizzare le uova intere, poiché l’albume attiva la maglia glutinica e rende la pasta frolla più croccante ma abbastanza resistente per formare la base dei dolci.

Se “Tutto ciò che avremmo sempre voluto sapere per realizzare una pasta frolla perfetta” è stato utile ai Lettori, si consiglia anche  “4 trucchetti furbi per sostituire le uova nella pasta frolla e renderla eccezionale”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *