ugl-salute-chiede-sforzi-per-potenziare-e-rivedere-il-servizio-di-emergenza-urgenza.

Ugl Salute chiede sforzi per potenziare e rivedere il servizio di emergenza-urgenza.

A Teramo la Ugl Salute chiede sforzi per potenziare e rivedere il servizio di emergenza-urgenza.

“Abbiamo appreso dalla Giunta Regionale dell’Abruzzo l’approvazione del protocollo d’intesa per il NUE 112 a L’Aquila, sottolineiamo però la mancanza di un quadro ben definito sull’intero territorio italiano della riorganizzazione ed unificazione nell’ambito del sistema dell’emergenza urgenza, come più volte evidenziato dal Segretario Nazionale Gianluca Giuliano e dal Coordinamento del settore della nostra sigla” dichiara Stefano Matteucci, Segretario Provinciale della Ugl Salute di Teramo.

Si avverte la necessità

di un atto di coraggio da parte della Giunta Regionale e della Asl di Teramo – prosegue il sindacalista – per il potenziamento degli organici, tramite nuove assunzioni di personale infermieristico da dedicare alle postazioni territoriali necessarie per un processo di internalizzazione del servizio, così da garantire qualità e professionalità agli utenti.

Chiediamo inoltre

l’assunzione di medici equiparando il loro contratto lavorativo a quello dei colleghi ospedalieri, cercando di tornare a rendere attrattiva questa posizione lavorativa.

Sarà anche essenziale definire chiaramente, attraverso uno specifico iter normativo, la figura dell’autista soccorritore per restituire a questo ruolo fondamentale dell’équipe di soccorso una propria dignità giuridica e professionale”.

Matteucci prosegue

“Chiediamo nuovamente al mondo della politica teramana un intervento decisivo per provvedere al potenziamento del servizio mediante l’assunzione di infermieri dedicati nei presidi spoke dei pronto soccorso periferici, l’apertura delle postazioni di Basciano e Alba Adriatica/Martinsicuro, oltre a quella annunciata dal D.G. di Bisenti, puntando alla internalizzazione del servizio 118.

Questo per tutelare

al meglio la popolazione che ad oggi, nonostante gli sforzi degli operatori, rischia di avere differenti modalità di assistenza”.

Il sindacalista conclude:” Chiediamo di affrontare alcune criticità legate al software gestionale, che dovrebbe entrare in funzione tra pochi giorni, e rendere finalmente utilizzabili i tablet acquistati e mai usati così da migliorare il servizio di gestione e di conseguenza l’assistenza verso i cittadini.

A tutto il personale del 118

va la nostra gratitudine per il lavoro svolto con professionalità e dedizione. In tempi brevi, con l’interessamento della Segreteria Regionale della Ugl Salute, chiederemo un incontro all’Assessore Verì per discutere dei tutte queste tematiche”.

Related Posts