un-appartamento-dalla-grande-personalita-prende-vita-nel-palazzo-seicentesco-di-un-piccolo-borgo-italiano

Un appartamento dalla grande personalità prende vita nel palazzo seicentesco di un piccolo borgo italiano

Un appartamento che mescola design classico e moderno in un palazzo del Seicento

Nel cuore di Saluzzo, un piccolo borgo di collina tipicamente trecentesco – in cui compaiono piccole vie acciottolate, chiese ed eleganti palazzi nobiliari che con i loro giardini popolano il centro storico della città – a catturare la nostra attenzione è proprio uno di questi ultimi appena citati, ovvero un palazzo storico risalente al Seicento. Qui, un appartamento di circa 160 metri quadri che sa mescolare abilmente design classico e moderno, prende vita grazie all’intervento dello studio 70MQ guidato da Cristiano Cadorin e, grazie alla collaborazione dell’architetto Massimiliano Minetti, che ha seguito la parte burocratica del progetto. «Il nostro obiettivo», racconta Cristiano Cadolin, «è stato quello di preservare e valorizzare quanto più possibile lo stato originario dell’edificio storico». Ne è un chiaro esempio il dipinto raffigurato nel centro del living che, come una sorta di rosone, rappresenta “La morte di Narciso”. Proprio lui, il Narciso (in greco antico: Nárkissos) è un personaggio della mitologia greca, un giovane cacciatore, famoso per la sua bellezza. Figlio della ninfa Liriope e del dio fluviale Cefiso (o, secondo un’altra versione, di Selene ed Endimione), nel mito appare incredibilmente crudele, in quanto disdegna ogni persona che lo ama. A seguito di una punizione divina, si innamora della sua stessa immagine riflessa in uno specchio d’acqua e muore cadendo nel lago in cui si specchiava.

Nella zona living la libreria realizzata ad hoc dallo studio 70MQ di Cristiano Cadorin e, la porta del Seicento-Settecento restaurata per far trapelare tutta la sua essenza storica.Foto di Alice Centolanza

Related Posts