usa,-chicago:-agente-uccide-un-tredicenne-con-le-mani-alzate

Usa, Chicago: agente uccide un tredicenne con le mani alzate

Tensione alle stelle a Chicago, dove la polizia ha pubblicato il video in cui un agente ha sparato un colpo di pistola a un tredicenne uccidendolo. Il suo nome era Adam Toledo, un giovane ispanico, felpa con scritto “Just Do It”, jeans e cappellino. E’ stata la stessa polizia a diffondere le immagini della bodycam dell’agente che ha sparato. Il fatto è avvenuto il 29 marzo scorso.

L’accaduto a Chicago

Nel video, di pochi secondi, si vede il poliziotto inseguire il ragazzino in un vicolo e intimargli di fermarsi e di gettare a terra l’arma che avrebbe tenuto in mano. Appena alzate le mani però, il tredicenne viene raggiunto da un proiettile al petto morendo sul colpo.  Adam non sembra avere in mano un’arma mentre gli si ordina di fermarsi e alza le mani. Nel prosieguo delle immagini viene mostrato un revolver vicino al luogo in cui il ragazzo è caduto.

Il video

Il video, che l’AGI ha esaminato, dura oltre sette minuti e contiene immagini tra le piu’ sconvolgenti che siano mai state rilasciate dalla polizia. Nel video, che include la prima parte dell’arrivo sul posto, dal minuto 1 e 46 secondi viene documentata tutta la scena. L’agente esce dalla macchina, e comincia a correre, inseguendo un ragazzo. Gli urla “fermati, fermati”, poi “lasciala” riferito a una pistola che il ragazzo sembra tenere in mano, poi “le mani le mani, mostra le mani”. Adam Toledo, fa per voltarsi, solleva appena le mani, e viene colpito. Dalle immagini sembra che il giovane abbia già gettato la pistola a terra mentre solleva le mani. Le immagini documentano gli ultimi momenti del ragazzino, insanguinato, che respira a fatica, gli occhi sbarrati, la mano destra rattrappita. Il poliziotto prova a chiedergli dove sia stato colpito. I tentativi della polizia di soccorrerlo, praticandogli il massaggio cardiaco, vanno avanti per alcuni secondi, mentre il poliziotto si allontana, ansimante. Il dipartimento ha sempre sostenuto che Toledo avesse puntato la pistola contro l’agente, ma dalla visione del ‘frame’ il ragazzino non sembra impugnare nessuna arma. Le immagini mostrano che non fa in tempo a sollevare le mani che viene abbattuto. Tra il momento in cui l’agente è uscito dalla macchina, e quello in cui ha sparato a Toledo, sono passati diciannove secondi.

Dopo la diffusione del video attorno a Chicago ci sono state piccole manifestazioni. Il sindaco della città, Lori Lightfoot, definendo il video “atroce e straziante” ha fatto appello alla calma. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *