vaccini,-open-day-anche-per-i-piu-giovani:-cosa-sono-e-come-ci-si-prenota

Vaccini, open day anche per i più giovani: cosa sono e come ci si prenota

Per spingere l’acceleratore sulla campagna vaccinale alcune regioni stanno organizzando open day per determinate fasce di età in genere non comprese nel piano nazionale, anche per riuscire a finire fiale di farmaco già aperte e che altrimenti andrebbero buttate o forniture di marche rifiutate dai pazienti, come AstraZeneca. In quelle giornate ci si può vaccinare fino a esaurimento scorte, dunque è importante essere tra i primi ad accedere alla prenotazione, in genere gestita dal sistema utilizzato nella regione di appartenza.

Vaccino Covid, nel Lazio open day con Johnson & Johson per gli studenti

Dopo il grande successo per i 40enni nel Lazio, con oltre 57 mila dosi somministrate durante una sola giornata, potrebbe arrivare un nuovo open day per i ragazzi delle scuole superiori che si stanno preparando per l’esame di Stato. Lo ha annunciato Alessio D’Amato, assessore regionale alla Sanità, dichiarando all’Ansa che entro il 2 giugno sarà dedicata una giornata alla vaccinazione degli studenti in procinto di affrontare il temuto esame di maturità.

Per le prenotazioni dovrebbe essere attivata la app già utilizzata nella regione per gli open day, che con “tre click” permette di accedere al vaccino nelle seguenti 48 ore. Ad essere somministrato agli studenti dovrebbe essere il vaccino monodose Janssen prodotto da Johnson & Johnson, a vettore virale come quello di AstraZeneca, che però non richiede il richiamo.

Secondo il politico romano, dopo aver immunizzato docenti e personale non docente in tutte le scuole, è importante dare la possibilità ai maturandi di svolgere le prove di esame in tranquillità. Anche in considerazione del delicato momento della vita dei giovani e l’ansia che ne deriva già in condizioni normali.

Proprio su questo punto è intervenuto Nicola Zingaretti. Il governatore del Lazio, su Twitter, ha sottolineato che vaccinare gli studenti dell’ultimo anno delle scuole significa pensare a ragazzi e ragazze che dovranno affrontare la maturità dopo due anni difficili per lo studio e la vita sociale.

Vaccino Covid, il “modello Basilicata” degli open day con AstraZeneca

A introdurre il modello degli open day è stata la Basilicata, che ha aperto le porte dei centri vaccinali senza prenotazione per sfruttare le dosi del vaccino anti Covid prodotto da AstraZeneca, con tanto di una AstraNight a Matera l’8 maggio, una notte bianca dalle 22 e fino alle 6 del mattino per vaccinare le prime 750 persone tra i 60 e i 79 anni che si sono presentate all’hub.

Gli open day sono stati utilizzati anche in Abruzzo per velocizzare i tempi del piano vaccini, con diverse giornate dedicate ad AstraZeneca nel mese di aprile, con 3.500 dosi dedicate all’iniziativa.

All’inizio di maggio in provincia di Caserta, a Marcianise, in un solo giorno sono stati vaccinati 2.500 pazienti dai 18 anni in su, in particolare tanti under 30. Le dosi erano state destinate inizialmente agli over 50, ma in serata la azienda sanitaria ha aperto le porte anche ai più giovani, che si sono recati all’ospedale per prenotarsi e poi tornare all’orario stabilito per la somministrazione del farmaco.

Open day per i vaccini: la Sicilia torna ad AstraZeneca e Janssen

La Sicilia sembra intenzionata a proseguire con gli open day, sfruttando i drive in e i nuovi centri vaccinali comparsi in tutta l’isola. Inizialmente erano stati usati anche i vaccini di Pfizer e BioNTech e Moderna, ma in vista dell’apertura della campagna vaccinale agli over 40, è stato stabilito di destinare a queste iniziative solo i vaccini di AstraZeneca e Johnson & Johnson, in modo da tenere da parte una riserva per i farmaci più utilizzati, richiesti e percepiti come sicuri.

Open day per i vaccini anche in Liguria? Cosa sappiamo

Anche la Regione Liguria sta valutando l’apertura di open day per sfruttare le dosi di AstraZeneca ancora non utilizzate. In questo caso non si aprirebbero nuove prenotazioni, ma il sistema sanitario regionale Alisa anticiperebbe alle giornate aperte le somministrazioni a chi è stato già inserito nel sistema, ovviamente in maniera concorde alle indicazioni sull’uso del farmaco nelle varie fasce di età.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *