vaccino-per-gli-over-80:-197mila-persone-registrate-sul-portale-della-regione:-quasi-5.000-iscrizioni-all’ora

Vaccino per gli over 80: 197mila persone registrate sul portale della Regione: quasi 5.000 iscrizioni all’ora

Quasi 197mila persone registrate sul portale della Regione Lombardia: over 80 ora in attesa di sapere la data del vaccino. E di queste 188.076 si sono iscritte attraverso il portale. Quasi 5000 all’ora, da stamattina presto, secondo l’ultimo dato disponibile. Attraverso i farmacisti sono arrivate 7.873 adesioni, e altre mille attraverso i medici di base. Si è aperta così la seconda giornata di registrazioni per aderire alla campagna vaccinale contro il Covid della Regione Lombardia.

Al momento non si registrano code e disagi e la situazione oggi sembra migliore di ieri. Quando il portale appena messo on line ha creato un effetto lotteria. Con oltre centomila persone in attesa per ore e oltre 164 mila registrazioni a fine serata. In Regione non lo volevano chiamare “clic day”, perché l’appuntamento per il vaccino contro il Covid non verrà dato in ordine di prenotazione, ma in base all’età e alle condizioni di salute e fragilità: primi i 4.311 ultracentenari e subito dopo chi ha patologie. Ma alla fine, l’ansia era tanta, come se ci fosse un nastro di partenza da tagliare. Così che alcuni hanno provato a collegarsi sul sito vaccinazionicovid.servizirl.it già prima delle 13, l’ora di entrata in funzione del sistema informatico messo a punto dall’agenzia regionale Aria. Chi non riusciva a inserire il numero di telefono mobile, ha provato col numero fisso. E in questo caso spesso la registrazione è andata a buon fine, con ricevuta di adesione alla campagna lombarda, alla quale seguirà l’appuntamento.

Un problema, quello del cellulare respinto, capitato a migliaia di persone. Per questo, dopo l’assalto al portale, c’è stato l’assalto al numero verde della Regione (800. 894545) che è arrivato a gestire 40 mila richieste di chiarimenti e di informazioni nel pomeriggio. Gli uffici dell’assessorato al Welfare spiegavano che il “rallentamento” era dovuto a un “problema generato da Tim” , gestore del server. Salvo che il gestore, ore dopo, risolto il baco, ha negato che il problema fosse sua responsabilità.

Gli intoppi si sono risolti dopo le 18 e qualcuno ha anche riprovato a fare la registrazione per vedere se si riusciva a inserire il telefono mobile. Dalla Regione hanno spiegato che gli elenchi saranno scremati dai doppioni e che farà fede per ogni nominativo il codice fiscale, non il numero di telefono dato. Oggi si riparte, con una probabile seconda ondata di clic, visto che gli ultra 80enni da immunizzare sono 726 mila.

Basse dunque le registrazioni fatte dai medici curanti. “Il sito a cui noi avevamo accesso dagli studi è stato inattivo tutto il giorno, girava a vuoto. Anche volendo era impossibile procedere, era totalmente impallato – denuncia Ugo Tamborini, segretario del sindacato Snami dei medici di famiglia – . Quindi, i cittadini hanno provveduto da soli, facendosi aiutare dai familiari. Io ho provato, ma certo non potevo stare attaccato al pc tutto il giorno”.

Intanto i 200 centri vaccinali ospedalieri si stanno organizzando. ” Siamo pronti per le prime 1.300 dosi Pfizer da inoculare da giovedì all’ospedale militare di Baggio – dice Matteo Stocco, direttore generale dell’Asst Santi Paolo e Carlo – . Ancora non sappiamo i nomi dei nostri anziani, ma tutto è pronto per accoglierli”. Sono 2.500 invece gli over 80 che Ats ha destinato al centro vaccinale del Policlinico, che ha quasi finito con i medici privati e gli odontoiatri, vaccinati con le prime dosi di AstraZeneca.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *