video:-l'iran-minaccia-di-radere-al-suolo-tel-aviv

VIDEO: L'Iran minaccia di radere al suolo Tel Aviv

In un video inquietante che illustra come Teheran reagirebbe a un attacco israeliano ai suoi impianti nucleari, l’Iran ha promesso di radere al suolo Tel Aviv.

La terrificante clip, pubblicata su Twitter, si apre ammettendo che il regime sionista si è impegnato in “un’altra esercitazione congiunta con gli Stati Uniti” per “simulare un attacco agli impianti nucleari iraniani”.

Un giornalista fiducioso nel video ha detto: “Supponiamo che i jet israeliani riescano a raggiungere il sito nucleare di Natanz e supponiamo che riescano a bombardare questo sito e danneggiarlo”.

“Anche se riuscissero a lasciare il cielo dell’Iran sani e salvi, ci vorrà almeno un’ora per tornare alla loro base principale nelle terre occupate.

Guarda il video

L’ayatolla Khamenei, che è stato il terzo presidente dell’Iran dal 1981 al 1989, ha dichiarato 11 anni fa: “Se il regime sionista commette anche il minimo errore, la Repubblica islamica raderà al suolo Tel Aviv e Haifa”

“La domanda è se ci sarebbe ancora una base in cui atterrare.”

Il video di due minuti e mezzo, pubblicato da @MEMRIReports , mostra la distruzione di Tel Aviv attraverso intense riprese di missili che esplodono e molteplici orribili esplosioni.

“Ecco come saranno i primi minuti della risposta iraniana “, spiega il video.

“In meno di sette minuti, i missili tattici della forza aerospaziale dell’IRGC – come il Dezful a propellente solido e i nuovissimi missili Khaybar Crusher – distruggeranno i loro bersagli con grande precisione, lanciati da Natanz.

‘Ovviamente questa è una simulazione (dell’attacco). 
Quando la prima ondata dell’attacco raggiunge il suo obiettivo, i missili strategici dell’IRGC saranno alimentati in silos sotterranei e le basi missilistiche saranno pronte per la seconda ondata dell’attacco.

“Questi missili, come il Sejjil, colpiscono i loro bersagli a velocità superiori a dieci volte la velocità del suono, e trasportano un carico utile di una tonnellata.”

Il video conclude in modo terrificante: “Nella seconda ondata, il sito nucleare di Dimona sarà praticamente distrutto, Tel Aviv sarà rasa al suolo”.

11 anni fa, l’Ayatollah Khamenei, che ha presieduto come terzo presidente dell’Iran dal 1981 al 1989, disse: “Ma il regime sionista non è abbastanza grande da essere considerato tra i nemici del popolo iraniano.

Amir-Abdollahian ha sottolineato che Iran e Stati Uniti continuano a non essere d’accordo su argomenti cruciali per far risorgere l’accordo nucleare del 2015. La cospirazione per dividere l’Iran , fomentare il terrorismo e la guerra civile è fallita, secondo FM.

“Se commettono anche il minimo errore, la Repubblica islamica raderà al suolo Tel Aviv e Haifa”.

Related Posts