armato-di-lamiera,-aggredisce-la-troupe-televisiva:-tunisino-irregolare-fermato-in-diretta

Armato di lamiera, aggredisce la troupe televisiva: tunisino irregolare fermato in diretta

Milano

10 Novembre 2022 – 22:25

Aggressione in diretta alla troupe televisiva di Dritto e rovescio: l’ospite, un esponente delle forze dell’ordine, ha immobilizzato un tunisino che li stava aggredendo

Armato di lamiera, aggredisce la troupe televisiva: tunisino irregolare fermato in diretta

Che Milano sia una città insicura non è una novità. Le cronache sono piene di aggressioni, borseggi e scippi che vengono compiuti in tutte le zone della città, anche se le stazioni rappresentano, nel degrado, un luogo ancor più malsano. La stazione Centrale è una delle location con il maggior tasso di criminalità: dal piazzale antistante alle strade laterali, passando per le gallerie della metro e la stazione, fino all’edificio ferroviario a ogni livello, i reati sono all’ordine del giorno. Qui si concentrano moltissimi dei migranti irregolari che arrivano via mare e finiscono per delinquere. A un tunisino, però, non ha detto bene quando ha avuto la brillante idea di tentare l’aggressione a una troupe televisiva di Dritto e rovescio, che aveva appena finito di intervistare, insieme a Paolo Del Debbio, Pasquale Griesi, segretario regionale della Lombardia del sindacato Fsp di polizia.

Martedì 8 novembre, Paolo Del Debbio ha incontrato Pasquale Griesi in stazione Centrale per parlare del degrado che affligge quella zona di Milano. L’intervista è stata incentrata sul tema dei borseggi, che sono uno dei principali reati che vengono compiuti in stazione Centrale, ma anche sul degrado che, in generale, si è ormai diffuso a Milano. Pasquale Griesi è un ottimo conoscitore del territorio, lavorando costantemente in prima linea e ha saputo spiegare a Paolo Del Debbio quali sono le difficoltà che quotidianamente le forze dell’ordine si trovano ad affrontare nel mantenimento dell’ordine pubblico.

Terminata l’intervista, un tunisino, che in seguito a identificazione si è scoperto essere un 32enne irregolare sul territorio italiano, ha dato in escandescenza perché infastidito dalle telecamere. Impugnando un un tubo di alluminio e un pezzo di lamiera, ha colpito un’auto Ncc e poi il cavalletto di sostegno di una delle telecamere utilizzate dal programma di Rete4, urlando frasi in arabo. Pasquale Griesi ha messo in sicurezza la troupe e allontanato l’uomo, che poi, in piazza, ha iniziato a inveire contro i militari di strade sicure. A quel punto, per evitare che la situazione potesse degenerare, il sindacalista è intervenuto per immobilizzare e disarmare l’uomo con l’ausilio dei due militari, nel frattempo che una volante raggiungeva la stazione Centrale. “Se c’hai sotto un po’ di sostanza, stai lì fermo che ci confrontiamo noi due“, ha commentato Paolo Del Debbio mandando in onda la clip dell’aggressione.

Si tratta dell’ennesima aggressione che, stavolta, non ha avuto conseguenze per l’intervento deciso di un esponente delle forze dell’ordine che si trovava in loco e dei militari. Ma per quanto ancora si dovrà avere paura di attraversare le aree antistanti la stazione, durante il giorno ma, soprattutto, durante le ore serali?

Related Posts