il-peru-soccombe-al-socialismo

Il Perù soccombe al socialismo


In un colpo di scena piuttosto sorprendente, il popolo peruviano ha apparentemente eletto un socialista impenitente, Pedro Castillo , come nuovo presidente. Dico a quanto pare perché le accuse di frode elettorale e corruzione elettorale stanno dilagando. Tuttavia, ciò non ha impedito a Castillo di dichiarare vittoria. Non dissuadere mai gli uomini forti socialisti dal dichiarare vittoria.

Poco dopo la sua cosiddetta vittoria, Castillo ha dichiarato: “Il popolo ha già scelto la sua strada”. Ha aggiunto: “Niente più polarizzazione nel Paese. Lasciamo fare alle autorità perché una volta per tutte queste cose non si prolunghino più e così sia rispettata la volontà popolare».

Penso che questo sia solo l’inizio di un intero nuovo capitolo di polarizzazione in Perù. Dopotutto, abbiamo visto questa storia svolgersi in molti altri paesi. Non appena un leader di estrema sinistra sale al potere, dichiara che l’era della “divisione” è finita. Tutti si uniranno per l’imminente utopia! Cioè, tutti coloro che sono d’accordo con gli schemi socialisti di detto leader.

E, per quanto ne sappiamo, Castillo non è un socialista di mezzo.

Secondo la sua piattaforma elettorale, il partito di Castillo è “un’organizzazione socialista di sinistra” che abbraccia la “teoria marxista”. L’ultima volta che ho controllato, la teoria marxista era basata sulla polarizzazione, mettendo i gruppi l’uno contro l’altro in una lotta per il potere e la prosperità.

Inoltre, Castillo prevede di vietare la proprietà dei media privati ​​in modo da poter controllare la narrativa della nazione. Mi ricorda la Pravda.

E Castillo ha detto che farà pagare l’80% dei loro profitti alle società private al governo. Non sembra una strategia per una minore polarizzazione in Perù.

È triste vedere un’altra nazione cadere al richiamo della sirena del socialismo. Sfortunatamente, il popolo del Perù potrebbe dover imparare questa lezione nel modo più duro.

Il modo migliore per assicurarti di vedere i nostri articoli è iscriverti alla mailing list sul  sito Web, riceverai una notifica via email ogni qualvolta pubblicheremo un articolo. Se ti è piaciuto questo pezzo, per favore considera di condividerlo, seguirci sul tuo Social preferito tra Facebook , Twitter , Instagram, MeWe, Gab, Linkedin (basta cercare “Database Italia”) o su Telegram (Il nostro preferito) oppure sostenendoci con una donazione su Patreon o seguendo le modalità indicate nella pagina “Donazioni”   Tutti, hanno il mio permesso per ripubblicare, utilizzare o tradurre qualsiasi parte dei nostri lavori (citazione gradita) in qualsiasi modo a loro piaccia gratuitamente. Davide Donateo – Fondatore e direttore di Database Italia.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *