michele-(oss):-“inutile-forzare-con-decreti-regionali-come-fatto-in-veneto,-a-noi-operatori-serve-riforma-seria-della-formazione”.

Michele (OSS): “inutile forzare con decreti regionali come fatto in Veneto, a noi Operatori serve riforma seria della formazione”.

Parla Michele (OSS): “inutile forzare con decreti regionali come fatto in Veneto, a noi Operatori serve riforma seria della formazione; molti colleghi si sentono già Infermieri o peggio Medici”.

Carissimo Direttore di AssoCareNews.it,

mi chiamo Michele Carollo e sono un Operatore Socio Sanitario. Lavoro in provincia di Livero e da tempo mi scontro con i miei colleghi di lavoro perché spesso valicano il confine tra le competenze proprie dell’OSS, quelle dell’Infermiere e addirittura quelle del Medico.

Credo che la mia categoria non abbia capito quello che sta facendo e verso quali rischi si sta proiettando, per la professione, ma soprattutto per gli Assistiti.

Molti si scordano che restiamo personale di supporto all’Infermiere e che non servono delibere regionali per diventare Infermieri o lontani parenti dei Medici.

Io mi chiedo: perché non ci uniamo e non spingiamo per un’unica struttura nazionale che ci possa rappresentare e coordinare.

Abbiamo bisogno di riforme serie:

  • uniformare la formazione (basta con le scuole regionali, si faccia un’unica struttura nazionale);
  • realizzare percorsi didattici para-universitari;
  • diventare figure tecniche autonome dagli Infermieri.

Sono tre punti su cui chiedo a tutti di riflettere, anche al mondo Infermieristico, perché avere degli Operatori Socio Sanitari più preparati conviene a tutti.

Grazie per lo spazio che mi dedicherete.

Michele Carollo, OSS

L’articolo Michele (OSS): “inutile forzare con decreti regionali come fatto in Veneto, a noi Operatori serve riforma seria della formazione”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *